A nuoto da Stromboli a Lipari 11 agosto per la scienza

9 agosto 2011 Sport Eolie

“Lo studio del ‘prototipo Brancato’ – spiega Marina Liberatori, specialista di Medicina sportiva e di Pronto soccorso, che lo segue da anni – è iniziato già in Liguria prima della partenza per le Eolie: visita medica completa con prova da sforzo, rilevazione della glicemia, radicali liberi, acido lattico, urine complete, bioimpedenzometria, emogas-analisi e poi alimentazione integrata, determinazione tempi r quantità idratazione con acqua alcalina. Immediatamente prima di iniziare la traversata, rifaremo elettrocardiogramma, glicemia, urine, radicali liberi, acido lattico, urine, indice di massa grassa. Durante la traversata – mare permettendo – acido lattico, pressione sanguigna, spirometria, pH saliva e sudore. Tutti questi parametri vengono riverificati al termine della nuotata Stromboli-Lipari”. “Ho trovato il progetto e l’iniziativa molto interessanti – afferma Mariangela Rondanelli, del Dipartimento di Scienze della salute applicate, Facoltà di Medicina università di Pavia, che elaborerà tutti i dati raccolti – soprattutto alla luce degli spunti e delle indicazioni che se ne possono trarre in campo endocrino-nutrizionale, sia preventivo che riabilitativo, per la sempre crescente popolazione ‘matura’. Senza tralasciare la componente psicologico-motivazionale, motore questo pure indispensabile per una lunga sana vita”.