Lipari: ormeggiato un yacht di 100 mt che fu di Onassis

21 agosto 2017 Notizie Eolie

Onassis lo lasciò al governo del suo paese, che lo fece cadere in declino, ma nel 1999 fu acquistato da John Paul Papanicolaou, cui si deve il restauro e il nome “Christina O”, in onore della figlia del precedente proprietario.

Viene affittato settimanalmente anche 65mila euro. Costruito nel 1943 come fregata della Classe River per la Marina del Canada, una volta diventato uno dei simboli della potenza di Onassis, ai tempi di massimo splendore aveva bagni con rubinetti d’oro e maniglie d’avorio, un caminetto extralarge tempestato di pietre preziose, lavandini in lapislazzulo e un bagno di marmo, quello dell’armatore, con una vasca ispirata a quella del mitico Minosse, re di Creta. ( ANSA) 

La vendita per 32 milioni di dollari, è stata curata da Edmiston. Il vaporetto dove Onassis sposò Jacqueline Kennedy, ha ospitato regolarmente molti vip del cinema, della canzone, della politica e degli affari: Marilyn Monroe, Frank Sinatra, Greta Garbo, Grace Kelly, Eva Peron, John F. Kennedy e Winston Churchill.

E’ stato completamente ristrutturato nel 2001, con l’introduzione di servizi moderni che non hanno intaccato il comfort e l’opulenza delle origini, perfettamente custoditi dagli interventi. A bordo ci sono ancora molte foto e diversi oggetti dell’epoca gloriosa.

Gli enormi spazi sul ponte, l’originale piscina con piastrelle a mosaico e il famoso bar, conservano l’appeal dei tempi d’oro.

Nato come fregata in Canada, l’esemplare venne poi trasformato in uno splendido albergo galleggiante al servizio dell’armatore greco. Quando morì nel 1975, Onassis lo lasciò al governo del suo paese, che lo fece cadere in declino, ma nel 1999 fu acquistato da John Paul Papanicolaou, cui si deve il restauro e il nome “Christina O”, in onore della figlia del precedente proprietario.

Attualmente di proprietà di un armatore greco, viene affittato settimanalmente tra i 45mila e i 65mila euro al giorno.

Costruito nel 1943 come fregata della Classe River per la Marina del Canada, una volta diventato uno dei simboli della potenza di Onassis, ai tempi di massimo splendore aveva bagni con rubinetti d’oro e maniglie d’avorio, un caminetto extralarge tempestato di pietre preziose, lavandini in lapislazzulo e un bagno di marmo, quello dell’armatore, con una vasca ispirata a quella del mitico Minosse, re di Creta. Arredato con mobilio Luigi XIV e quadri da museo, inclusi un Rubens, un El Greco, un Renoir. Gli sgabelli del bar davanti alla vetrata panoramica, dove il magnate amava offrire l’aperitivo, sono rivestiti in pelle di balena,

Lo yacht attualmente dispone di 18 cabine che portano tutte nomi di isole greche, dotate di un letto matrimoniale o due letti singoli. Le camere possono ospitare fino a 36 passeggeri. La suite padronale di Onassis, rivestita di stucchi veneziani, misura 75 metro quadri. Sono inoltre presenti numerose aree comuni interne ed esterne collegate tra loro da scale a chiocciola. La sala da pranzo può ospitare fino a 40 persone, con tavoli rifiniti a mano, tovaglie di merletto veneziano e pavimento in marmo incassato.
Il ponte poppiero ha una piscina all’aperto con pavimentazione in mosaico, che premendo un pulsante può essere trasformata in pista da ballo, mentre il ponte panoramico ha una piattaforma per l’appontaggio di un elicottero. In occasione di cerimonie, gli spazi interni possono ospitare circa 100 invitati, che possono arrivare a 250 sfruttando gli spazi esterni.