Salina: arrestati i due giovani che rapinarono la filiare di Banca Nuova a Malfa nel settembre del 2013

7 marzo 2014 Cronaca Salina

 della banca con il volto travisato da un passamontagna e un berretto, armato di un coltello da cucina e si fece consegnare da un cassiere la cifra in contanti di 2mila euro;

–          il Calabro’ Salvatore (nella seconda foto) risulta essere stato il basista e complice collaborante il giorno della rapina.  
 
Il Calabrò, conoscitore del territorio, dove lavorava come cuoco in un noto agriturismo, aveva effettuato nelle settimane precedenti degli attenti sopralluoghi alla filiale, fingendosi un cliente interessato ad aprire un conto corrente.
 
Oltre a fornire le necessarie informazioni e a pianificare congiuntamente il colpo, il Calabrò offrì protezione al suo complice, agevolandolo nella fuga e ospitandolo sull’isola anche la sera della rapina.
 
I Carabinieri della Stazione di Santa Marina Salina, giungevano alla loro completa identificazione e alla chiara ricostruzione dei fatti,  dopo aver raccolto numerose testimonianze, visionato oltre 100 ore di immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza e analizzato numerosi tabulati telefonici.
 
Una delle prove decisive, si deve a un accertamento di comparazione di DNA effettuato dai Carabinieri del R.I.S. di Messina. 
 
Sulla scena del crimine, infatti, veniva rinvenuto e sequestrato dai Carabinieri un berretto di lana usato per travisarsi durante la rapina.
 
Gli accertamenti di laboratorio effettuati dai Carabinieri del R.I.S. di Messina., dimostravano che il citato berretto, pieno di tracce del suo DNA, era di proprietà  di Calabro’  Salvatore, il quale, avendo pianificato minuziosamente la rapina, aveva fornito al Catanzaro Gianluca, anche gli abiti e quant’altro utile al travisamento.
 
Il GIP presso la Procura della Repubblica di Barcellona, Dott.ssa Adamo concordando pienamente sulle risultanze investigative, emetteva pertanto le ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dei due giovani, eseguite rispettivamente a Vercelli ( Catanzaro)  e Barcellona P.G. (Calabrò), dove  i  due si sono trasferiti qualche giorno dopo il compimento del reato.
 
Capitano Antonio Ruotolo Comandante Compagnia Carabinieri Milazzo
Tenente Cristian Letizia Comandante NORM Compagnia Milazzo

Maresciallo Ordinario Gabriele Bianchi Comandante della Stazione di Santa Marina Salina

{loadposition adsense468x60}