Ragazza di Salina in elisoccorso per partorire senza meta

10 settembre 2011 Cronaca Salina

Intanto, primo firmatario Giacomo Biviano (Pd), in consiglio comunale è passata la mozione sulla costituzione di una commissione speciale per la sanità. Commissione composta da otto consiglieri comunali o esperti esterni, poiché negli ultimi due anni la Regione non ha tenuto conto delle particolari peculiarità territoriali isolane fortemente disagiate e fino ad oggi mortificate dallo smantellamento dell’ospedale e dei servizi sanitari sul territorio. Ciò prefigura una lesione della legge sui Livelli Essenziali di Assistenza e potrebbe determinare problemi di ordine pubblico per i possibili risvolti nei confronti della popolazione”. Il consiglio ha ritenuto, inoltre “che i provvedimenti adottati sono inammissibili, specie per quanto riguarda la soppressione del reparto di pediatria, accorpato con medicina, e la chiusura del punto nascite per i parti programmati e che l’accorpamento del reparto di pediatria è causa di problemi e preoccupazioni per i genitori dei bambini costretti a ricoveri in stanze e lettini occupati precedentemente da pazienti con patologie di ogni tipo. Inoltre la chiusura del punto nascite per i parti programmati aggrava disagio e rischio per le donne in gravidanza, costrette a trasferimenti estenuanti, rischiosi e con possibili e gravi complicanze durante i lunghi e tortuosi viaggi.

{loadposition adsense468x60}