Il grande pianista jazz Monty Alexander ambasciatore delle Isole Eolie nel mondo

1 agosto 2011 Notizia dal Mondo

Monty Aexander si è dichiarato entusiasta di Lipari: “Sono felice di essere qui, trovo l’isola bellissima e mi sembra giusto che le Eolie sia state dichiarate patrimonio dell’umanità. Suonare in un teatro così è meraviglioso. Mi sono esibito in tante città d’Europa, ma questo posto è unico e davvero lo porterò nel cuore. E poi mi ricorda la mia Giamaica”. Subito dopo l’artista si è sistemato seduto nel balcone della stanza del sindaco con veduta a picco sul mare chiedendo alla moglie italiana Caterina di fotografarlo in quella posizione: “E’ troppo bello”, ha commentato. Con lui gli altri musicisti del trio: l’americano Lorin Cohen al contrabbasso e l’olandese Frits Landesbergen alla batteria. Monty Alexander, uno dei maggiori pianisti di tutta la storia del jazz, in una carriera che dura da cinque decenni, ha esplorato a fondo i mondi del jazz americano, della canzone popolare e della musica della nativa Giamaica, trovando in ognuno un sincero spirito di espressione artistica. Lungo questa strada artistica, ha suonato e inciso con artisti provenienti da ogni angolo possibile dell’universo musicale: Frank Sinatra, Tony Bennett, Ray Brown, Dizzy Gillespie, Sonny Rollins, Clark Terry, Quincy Jones, Ernest Ranglin, Barbara Hendricks, Bill Cosby, Bobby McFerrin, Sly Dunbar e Robbie Shakespeare, tra gli altri. Il suo successo è consolidato e inossidabile: la sua ultima registrazione in formato trio, dal titolo “Uplift” (uscito a giugno 2011) è stata tre settimane di seguito al numero uno degli ascolti alla radio Jazz americana e ha ricevuto riconoscimenti dalla critica USA e internazionale. Il suo ultimissimo disco di formazione ampliata con musicisti sia giamaicani che americani, “Harlem-Kingston Express” (Motema records), è stato registrato Live al Jazz at Lincoln Center di New York e si presta ad essere anche questo un successo sia di critica che di pubblico.

{loadposition simply468x60}