Salina:record rimandato a domani per il campione Davide Carrera

21 giugno 2014 Salina News - Eolie News

 

Carrera, dopo un’ottima prova complessiva, avrebbe, secondo quanto eccepito dai giudici di gara, non rispettato i tempi previsti dal protocollo di uscita per raggiungere e toccare la testa dell’assistente di giuria presente in acqua.

{loadposition banner2}

Il protocollo prevede che l’operazione si debba compiere entro 10 secondi dalla riemersione dell’atleta mentre Carrera ne avrebbe impiegato qualcuno in più.

Nell’incertezza che questa valutazione possa portare alla non omologazione del record da parte del CMAS, Carrera ha comunicato alla Giuria la volontá di riprovare il tuffo nella mattinata di Domenica 22 giugno, sempre tra le ore 9,30 e le ore 12.30, così come permessogli dal regolamento.

Domani pertanto si tornerá in acqua, ma seguendo una procedura organizzativa di carattere più prettamente tecnico che non prevederá, ad esempio, il rilascio di accrediti stampa.

Per un’emergenza tecnica verificatasi nelle fasi più calde del tuffo di oggi, al fine di gParantire che le immagini della prova fossero registrate e quindi visionate dai giudici di gara, la diretta streaming è stata purtroppo oscurata nel momento clou: uno spiacevole inconveniente che ha lasciato l’amaro in bocca alle centinaia di appassionati collegati in diretta web ma che ha garantito a Davide Carrera il regolare svolgimento del suo tentativo di record.

La partecipazione al nuovo tuffo, sia per gli appassionati che per gli operatori dell’informazione, sarà comunque garantita anche domani mattina, sempre a partire dalle 9,30, dalla diretta streaming accessibile cliccando al link http://www.lovesalina.it/tentativo-record-mondiale-apnea-santa-marina-salina.php

Collegandosi allo stesso link, gli appassionati potranno inoltre guardare le immagini registrate dell’immersione odierna aspettando l’avvio della diretta.

La foto di Davide Carrera appena riemerso dopo il tentativo di record compiuto stamattina è stata gentilmente concessa dal fotografo Bartolo Rago