Isole Eolie:controlli dei carabinieri, il bilancio dello scorso week-end

16 luglio 2012 Salina News - Eolie News

territorio che ha visto impegnati oltre 40 Carabinieri che si sono avvalsi anche del supporto di un velivolo del 12° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Catania e delle unità navali dei Carabinieri di Milazzo (ME), Lipari (ME) e Filicudi (ME) ha consentito di passare al setaccio i centri abitati di Milazzo e delle isole Eolie, nonché vaste aree di quei territori per la prevenzione dei reati ambientali. L’azione di prevenzione e repressione dei Carabinieri, come detto, ha interessato anche l’arcipelago Eoliano, dove i militari dell’Arma hanno effettuato servizi anche per il contrasto allo spaccio di droga. In tale ottica, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo, hanno arrestato DJERIDI Bassem, nato in Tunisia cl. 1986, domiciliato in Lipari (ME) che a seguito di una perquisizioni effettuata con l’ausilio di una unità cinofila antidroga presso il suo domicilio è stato trovato in possesso di 16 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e grammi 1 di “cocaina”, che erano già suddivisi in dosi e pronti per lo smercio. Il prevenuto, su disposizione dell’A.G., al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso il proprio domicilio dove permarrà in regime degli arresti domiciliari, in attesa di giudizio. Inoltre, nell’ambito dell’attività antidroga, i militari dell’Arma di Milazzo, con l’ausilio del Nucleo Cinofili di Nicolosi (CT), hanno denunciato in stato di libertà un 40enne di Venetico (ME) , il quale nel corso di una perquisizione personale è stato trovato in possesso di circa 14 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marjuana”. Nello stesso contesto venivano segnalati alla Prefettura di Messina un 24enne ed un 18enne di Vulcano (ME), quali assuntori di sostanze stupefacenti in quanto a seguito di perquisizione personale venivano trovati in possesso complessivamente di 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marjuana”. Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta veniva sottoposta a sequestro. Nel medesimo contesto operativo i Carabinieri della Compagnia di Milazzo collaborati dai colleghi del Nucleo Operativo Ecologico di Catania, hanno denunciato in stato di libertà: – un 50enne di Malfa (ME) residente a Santa Marina Salina (ME), poiché quale titolare di una officina meccanica e nautica aveva abbandonato rifiuti speciali, omesso di collocare segnali antinfortunistici e di revisionare gli estintori; – un 64enne, un 51enne ed una 57enne di Santa Marina Salina (ME), i quali titolari di una ditta di rimessaggio barche avevano realizzato un capannone in assenza di autorizzazione, occupato arbitrariamente un’area del demanio marittimo utilizzata per il varo e l’alaggio delle imbarcazioni, ed infine per aver abbandonato dei rifiuti speciali. L’ area è stata sottoposta a sequestro. I controlli dei Carabinieri hanno anche interessato il tratto di mare compreso tra le principali Isole dell’arcipelago eoliano. In tale contesto, hanno agito la Motovedetta classe 800 “Ganci” di stanza a Milazzo, la Motovedetta classe 700 di stanza a Lipari ed il battello pneumatico di Filicudi (ME) . L’attività di monitoraggio effettuata dai Carabinieri delle tre unità navali dell’Arma ha consentito di controllare 103 unità navali da diporto, 6 furgoni adibiti al trasporto di merce alimentare e 4 rivendite di prodotti ittici. Nella circostanza venivano elevate 22 sanzioni amministrative per un valore complessivo di 17.000,00 euro circa. Altresì i Carabinieri di Milazzo collaborati da motociclisti del Nucleo Radiomobile di Messina, nel contesto del medesimo piano di prevenzione e di contrasto dei reati, hanno controllato 214 persone, 135 automotoveicoli elevando 69 contravvenzioni al C.d.S., per un ammontare complessivo di circa 12.000,00 euro, sottoponendo a sequestro 7 veicoli.