Isole Eolie: operazione “ruderi d’oro” 2 arresti e 13 immobili sequestrati nell’arcipelago

3 dicembre 2013 Salina News - Eolie News

La seconda fase della truffa prevedeva la cessione dei beni a acquirenti ignari e l’incasso dei proventi della compravendita.

Si trattava di un vero e proprio “business” a buon mercato che aveva già permesso d’incassare ingenti importi e che avrebbe fruttato ulteriori consistenti somme, considerato il valore di mercato dei ruderi nelle Isole Eolie.

La complessa attività investigativa e il sistema fraudolento posto in essere dalla consorteria criminale ha reso necessario – per giungere all’accertamento delle responsabilità – che fosse disposta anche una rogatoria internazionale eseguita dalle competenti autorità australiane.

L’operazione, che ha consentito di eseguire la misura cautelare personale restrittiva nei confronti di nr. 2 persone – indagati per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa – e di sottoporre a sequestro nr. 13 immobili ubicati nelle Isole Eolie, si è sviluppata nelle Province di Messina e Roma, con le Fiamme Gialle mamertine impegnate ad eseguire l’ordinanza emessa dal G.I.P. di Messina – D.ssa Maria Teresa Arena su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica D.ssa Maria E. Pellegrino.