Isole Eolie: the “Slow” must go on! La delegazione eoliana al convegno Slow Food di Riva del Garda

14 maggio 2014 Notizie Salina


Quando ho conosciuto Saro Gugliotta, allora “semplice” Fiduciario della Condotta Valdemone, ho percepito uno strano stupore nei suoi occhi, nella sua voce, l’entusiasmo nel conoscere un altissimo “diversamente giovane” appassionato, da avvicinare ai concetti Slow!

Impegnandomi personalmente ho capito le difficoltà che il nostro attuale Presidente Regionale ha dovuto affrontare, scontrandomi con le poche che mi si sono presentate.. 
 
{loadposition banner1}


Diffidenza, pregiudizio, lotte di classe e di categoria, invidia, voglia di protagonismo, interessi commerciali celati dietro un volontariato ad orologeria. 
E mentre io devo “solo” convincere la gente che la passione muove il mondo, lui continua a metterci la stessa passione di sempre, appoggiato in toto dalla sua splendida famiglia, nonostante tutto.. e forse anche di piú!
 
Tanti progetti da allora, tanta fatica, tanti successi!
 
Incontri conviviali, il progetto “Gusta le Eolie”, le Isole Slow, fino alla nascita della Condotta “Isole Slow Siciliane” che, dal 14 Settembre 2013, ha superato i 130 soci, nata dall’unione di tre Comunità di “Soci Attivi”, delle isole di Salina, Lipari ed Ustica, di cui mi pregio di essere Segretario, unitamente al Fiduciario Salvatore D’Amico di Salina ed alla Tesoriere Margherita Longo di Ustica.
 
Ma anche l’inversione di tendenza, con la gente che inizia a cercare l’associazione per iscriversi, per fondare nuove Comunità, invogliati dal fermento che si è creato intorno alle attività della Condotta, agli eventi progettati e realizzati con passione.
   
{loadposition banner2}
 
La coscienza che stiamo facendo qualcosa di buono, ha fatto crescere in maniera esponenziale la responsabilità di continuare a lavorare per il territorio, rappresentando l’arcipelago “allargato”, come una moderna famiglia, in occasioni ufficiali, instaurando contatti e creando Joint Venture con le altre Condotte.
 
Quale occasione migliore, quale impegno più consono, travestito da obbligo istituzionale, del VIII Congresso Nazionale di Slow Food Italia, tenutosi a Riva del Garda dal 9 al 11 Maggio, dove la delegazione Siciliana, con i suoi 40 delegati, ha partecipato alle votazioni del nuovo Direttivo Nazionale, con la possibilità di scelta tra due squadre candidate, con l’elezione del nuovo Presidente Nazionale, Gaetano Pascale, che raccoglie i frutti della splendida gestione del Presidente uscente, Roberto Burdese, proposto al Congresso come Presidente Nazionale onorario.
 
Le redini della Segreteria Nazionale restano al vulcanico Daniele Buttignol, dinamico e fresco, che prosegue il lavoro fino adesso svolto, garantendo la continuità e la conservazione del Know How e dei rapporti fino adesso costruiti nel tempo.
 
In pieno spirito Slow, la candidata alla presidenza della squadra antagonista, Cinzia Scaffidi, è stata inserita nel Direttivo Nazionale, completando ed arricchendo le potenzialità di un gruppo che, siamo certi, raggiungerà grandi traguardi… “Perchè tra “cuore e zappa” e “cuore e libro”, noi scegliamo “cuore e zappa”.. ma senza il libro non andiamo da nessuna parte” (Cit. Silvia D’Ambra – Fiduciaria della Condotta di Ischia e Procida).
 
Impossibile spiegare in poche righe la gioia provata nel realizzare il sogno di esserci.. le parole di Carlo Petrini, protagonista di un appassionato discorso al Congresso, disponibile ad un Selfie ed a firmare la bandiera Slow Food regalata alla nostra Condotta… il “Siate Eretici…” di Don Luigi Ciotti, Presidente di “Libera”, che ha tuonato dal Palco contro l’illegalità nel quadriennio dedicato al “Giusto”, gli interventi appassionati dei delegati di Condotta, mai autoreferenziali, ma propositivi e ricchi di umile partecipazione.
 
Ingiusto svilire quanto emotivamente vissuto, emozionalmente percepito, sensorialmente goduto, culturalmente guadagnato, con qualcosa di cosí breve, che non trasmetta al lettore il profumo della voglia di stare insieme, il gusto della complicità conviviale e non, la fragranza dei sentimenti veri di chi voleva davvero esserci, il colore della bio-diversità geografica, la musicalità di una risata, la leggerezza di un sospiro.. il tutto, sempre e comunque, buono, pulito e giusto!
 
Ringrazio sempre ed incondizionatamente Saro Gugliotta, tra l’altro nominato Delegato Nazionale, per avermi fatto conoscere Slow Food, Salvatore D’Amico per aver proposto ed accettato il mio ruolo di Segretario di Condotta, indistintamente tutti i “Soci Attivi” delle Comunità costituenti la Condotta “Isole Slow Siciliane”, mia moglie Daniela che sopporta tutto questo.. e Dio.. per avermi fatto nascere, crescere e per darmi la gioia di vivere Slow!!!
 
Marco Miuccio