Trasporti: le compagnie incontrano assessore, Il sindaco di Santa Marina Salina sulla protesta di Palermo

6 luglio 2012 Salina News - Eolie News

pertrovare una soluzione concreta e reperire i fondi, è saltato senza alcuna giustificazione. Al momento i sindaci di Favignana, Lucio Antinoro , di Ustica, Aldo Messina, di Santa Marina Salina e Coordinatore ANCIM, Massimo Lo Schiavo ed il Commissario di Pantelleria, Giuseppe Piazza, rimangono presso la III Commissione alla presenza dell’ufficio di presidenza al completo( l’On Salvino Caputo-Presidente-, l’On Pino Apprendi -Vice presidente- , l’On. Toni Scilla -Segretario-) . Avendo atteso invano sia l’On Riccardo Savona, presidente della Commissione Bilancio ARS, i Primi Cittadini hanno deciso di proseguire ad oltranza l’occupazione della sede della III Commissione e si sa che i cittadini delle loro isole si sono già attivati per intraprendere azioni di lotta e possibili blocchi degli attracchi a sostegno di questa protesta. “Stiamo vivendo una situazione paradossale” commenta il Coordinatore ANCIM Massimo Lo Schiavo “ e sabato, se non dovesse andare a buon fine l’incontro previsto domani tra le compagnie di navigazione e l’Assessore Regionale ai Trasporti, i vettori privati che effettuano trasporto merci verso Ustica, Egadi e Pantelleria si fermeranno. I contratti di esercizio, infatti, scadono il 7 giugno e la Regione non ha previsto il rinnovo per mancanza di fondi”. Questo è solo l’ultimo dei numerosi tagli, dopo sanità, giustizia, istruzione previsti da Stato e Regione, che applicati alle Isole Minori diventano problemi insormontabili, legati proprio all’insularità dei territori. “Fermare l’importante servizio delle navi Ro-Ro” continua il Sindaco Lo Schiavo “significa strangolare le Isole Minori e farle tornare indietro nel tempo a 50 anni fa:senza il carburante non funzionano le centrali elettriche; senza gas non funzionano le cucine; se i rifiuti non possono essere portati via dove devono essere stoccati o smaltiti in loco?e quali risorse? Se le merci non possono giungere sulle Isole come si può sopravvivere? Dall’inizio del mandato di Coordinatore Regionale ANCIM sto battagliando per ottenere dallo Stato e dalla Regione una legislazione speciale per le isole minori che salvaguardi i nostri territori e le popolazioni che vi abitano. Da anni, tutti noi primi cittadini isolani, chiediamo che Stato e Regione prevedano stanziamenti ad hoc per le isole perché è impensabile che nei nostri territori possa essere applicato qualunque taglio tout court come avviene sulla terraferma”. Il problema dei trasporti marittimi è comune a tutte le Isole di Sicilia, e deve essere ricordato che il settore ha già subito, a stagione già programmata dagli operatori del settore, un taglio di circa il 20% delle risorse ( il c.d. quinto d’obbligo), facendo saltare importanti collegamenti con al terra ferma, come la linea Napoli- Ustica, la Palermo – Eolie e il collegamenti diretti Eolie- Reggio Calabria. “In che modo,dunque” continua Lo Schiavo “devono essere garantiti i diritti costituzionali di mobilità, istruzione, salute, lavoro se in atto si sta delineando un disegno di contrazione dei nostri diritti?? Nel frattempo noi Sindaci continueremo questa forma di protesta e invito tutti i nostri concittadini a sostenerla”.