Tagliate le guardie mediche nelle isole minori

20 dicembre 2011 Salina News - Eolie News

Con il progetto “Eolianet” con computer si poteva trasmettere e registrare i dati Adesso il direttore generale dell’Asp 5 di Messina Francesco Poli con il provvedimento ha deciso che un medico può bastare per isola. I medici però sono già in stato d’agitazione, cosi’ come anche gli abitanti delle isole minori che si sentono sempre piu’ penalizzati. “Da premettere – dicono i sanitari – che fornivamo in due questo servizio, Da soli è ovvio nn puoi e come “contentino”avevano il raddoppio dei nostri turni eludendo però la nostra figura e contratto! Noi siamo medici di continuità assistenziale ovvero sostituiamo il medico di base quando non c’è. Inoltre siamo soccorritori, trasportiamo pazienti in pista al 118, ecc. perchè non puoi scrivere solo la ricetta che il paziente ha dimenticato! Dopo il ridimensionamento dell’ospedale di Lipari, la presenza di un solo medico soprattutto in alcune isole, dal 15 settembre al 15 giugno è inutile!”, “Da sola – racconta una guardia medica isolana – mi è successo di soccorrere un paziente ad una distanza di 10 chilometri e mancare almeno un’ora e qualcosa in casi non urgent,ma in caso di emergenza sono mancata anche tre ore e ho visto arrivare carabinieri e gente con la solita frase “qui si può morire”! Ebbene si informi la popolazione e quelli che vengono in vacanza nellle Eolie di andare come eremiti in terra sconosciuta e non aspettarsi ospedali, ambulanze. Potrà trovare un medico con mulo a soccorrerlo perchè ancora “spinto”dal giuramento di Ippocrate!”. “Sia chiaro ed ovvio – concludono i medici – che non potremo più da soli badare a stabilizzare e monitorizzare il paziente. In guardia non gli salverà la vita una ricetta o un medico solo, sempre che lo trovi!”.

{loadposition simply468x60}