Stromboli:inizia da qui la rivoluzione tecnologica nell’ambito del progetto ” Isole Eolie”

17 luglio 2012 Salina News - Eolie News

potenza di 4 MW (megawatt), la nuova centrale di Stromboli fornisce una maggiore potenza di generazione tale da sostenere i carichi della rete elettrica e le punte di richiesta di energia che si verificano soprattutto nel periodo estivo. Notevoli anche i benefici per l’ambiente: i nuovi gruppi di produzione ad alta efficienza che adottano le migliori tecnologie disponibili, consentono di abbattere le emissioni di circa il 30% rispetto alle nuove stringenti normative ambientali e migliorano gli standard di quasi il 50% rispetto ai vecchi impianti. Inoltre saranno effettuati alcuni interventi in grado di migliorare ulteriormente il confort acustico. Particolare cura è stata posta anche agli aspetti architettonici. Gli impianti di generazione sono ‘ospitati’ all’interno di tipiche costruzioni locali: veri e propri villini completamente restaurati nello stile delle Isole Eolie grazie all’utilizzo di intonaco a calce, pietra vulcanica e muretti realizzati a ‘secco’, inseriti nella vegetazione mediterranea sapientemente curata. Un risultato che fa apprezzare l’integrazione e l’armonia degli impianti con il territorio. Attualmente nell’isola di Stromboli, che ha una superficie di 12,2 km2, la rete di distribuzione, a servizio delle circa 900 forniture esistenti, è composta da 6 cabine di trasformazione e da oltre 5400 metri di linee elettriche, di cui circa 4800 metri in cavo interrato e i restanti in cavo aereo. Partito nel maggio 2010 con la richiesta di autorizzazione ai diversi organi competenti, il progetto “Isole Eolie” prevede l’ammodernamento del parco macchine che garantisce la produzione dell’energia elettrica necessaria a soddisfare le esigenze dei residenti e dei tanti villeggianti che, soprattutto nel periodo estivo, vengono richiamati dalle bellezze naturalistiche. Il progetto, che sarà completato nel 2013, prevede la sostituzione o il restyling di 30 gruppi di produzione elettrica dislocati nelle Isole. Dei 30 gruppi installati, 23 saranno sostituiti con macchine di ultima generazione e 7 aggiornati e dotati di nuovi particolari filtri ad alte prestazioni presenti in tutti gli impianti. Attualmente 15 dei 23 gruppi sono già stati installati e sono in funzione. Nel dettaglio sono stati fatti interventi di adeguamento, ammodernamento ed installazione ex-novo degli impianti elettrici ausiliari, nonché interventi di ambientalizzazione e rinnovo degli edifici di centrale presenti nelle diverse isole. L’investimento complessivo supera i 15 milioni di euro. Il progetto prevede, inoltre, il miglioramento dell’affidabilità dei sistemi di automazione e controllo che consentirà di ridurre al minimo i disservizi sulla rete di distribuzione dell’energia.

alternativasostenibile.it  Marilisa Romagno

{loadposition adsense468x60}