Santa Marina Salina: seconda localita’ premiata con le 5 vele per mare e servizi

7 giugno 2013 Salina News - Eolie News

 

Dal 2007 a oggi il piccolo comune isolano si è distinto per la propria politica ambientale, volta alla sostenibilità e alla creazione di un modello di “Isola Sostenibile” che potesse essere d’esempio per altre realtà insulari.

Numerose le iniziative che il Comune di Santa Marina Salina ha posto in essere o in fase di attuazione per poter ottenere tale importante premio anche nel 2013: con l’adesione al progetto N.O.WA.S.T.E., un sistema di implementazione e promozione del sistema di trattamento dei rifiuti organici e promozione del compostaggio domestico, che ha ottenuto ottimi risultati nei comuni in cui è stato sperimentato ( Melilli, Gaggi, Castelmola) unitamente ad azioni specifiche sul territorio( raccolta porta a porta domestico, eliminazione cassonetti dei rifiuti, etc) il Comune di Santa Marina Salina si propone la riduzione dei rifiuti in discarica e l’aumento delle percentuali di raccolta differenziata.

 

È stata rinnovata senza alcun problema la certificazione ambientale ISO 14001:2001 che attesta l’esistenza presso le strutture comunali un corretto sistema di gestione ambientale, in linea con i concetti e le azioni di sostenibilità finora realizzate.

Novità importante è stata l’adozione del SEAP( Susteinable Energy Action Plane) da parte del Comune di Santa Marina Salina (primo Comune insulare siciliano a dotarsene), un piano programmatico di sviluppo e sostegno delle energie alternative, con il quale è stata concretizzata l’adesione al “Patto delle Isole” e al “Patto dei Sindaci”, azioni promosse dall’ Unione Europea volte alla riduzione dell’emissione di CO2 in atmosfera.

Sempre in tema di riduzione del CO2 , questo Comune ha aderito ad una sperimentazione avviata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio per la creazione di un modello pilota di isola sostenibile, da esportare in altre realtà insulari italiane ed estere.

Tra le attività che il Comune di Santa Marina Salina, inerenti alla propria politica ambientale, vi è la partecipazione alle iniziative promosse da Legambiente ( Spiagge e fondali puliti)e ad altre iniziative caratterizzate da volontariato, come la pulizia della sentieristica rurale e delle aree archeologiche presenti sul territorio, nonché la collaborazione con associazioni ambientaliste a carattere scientifico che permette di monitorare, soccorrere e preservare alcune specie protette ( come delfini e tartaruga caretta caretta) nel mare circostante l’isola.

Confermate e potenziate,infine , la manifestazioni sportive “sostenibili” e perfettamente integrate con il territorio, come l’Eolian Sailing Week ( campionato nazionale FIV), il Giro podistico dell’isola e il Tour in mountain bike e della montagna, che quest’anno ha visto lo svolgersi della prima edizione, nonché l’adesione alle iniziative promosse da Sloow Food Valdemone, come la “Salina Isola Slow” giunta ormai alla decima edizione.

 “Tanto è stato fatto e molto altro deve essere ancora realizzato” continua il Sindaco “ e i prossimi obiettivi da raggiungere sono la riduzione del conferimento in discarica dei rifiuti, attraverso il progetto N.O, WA.S.T.E. e la creazione della S.R.R. Isole Eolie, che purtroppo ancora stenta a decollare, così come lo sviluppo e l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili , tra cui fotovoltaico ed eolico”.

“Dispiace constatare, però, che sono ancora troppo poche le località siciliane premiate con il massimo riconoscimento di Legambiente e Touring Club Italiano” afferma il Sindaco “segno di un sistema, quello regionale, che non sostiene i Comuni nelle azioni rivolte alla tutela e alla salvaguardia dei territori: basti pensare alla politica sui rifiuti e ai continui tagli economici, anche ai comuni virtuosi come il nostro, che stanno ostacolando le lodevoli iniziative promosse realizzate nel corso degli anni, anche con importanti riconoscimenti a livello nazionale. Ci auguriamo che il Presidente Crocetta accolga questo nostro risultato con soddisfazione e ponga la giusta attenzione alla problematiche che partono dalle Isole Minori e coinvolgono tutti i piccoli comuni siciliani”.

“Invito tutti gli operatori commerciali e turistici del territorio a promuovere e far conoscere le 5 Vele” conclude Lo Schiavo “attraverso l’apposizione di questo prestigioso simbolo nei propri websites e nelle pubblicità di ogni attività: solo attraverso la promozione e la pubblicità si riesce a far arrivare il messaggio che Salina è un’sola sostenibile, dove l’attività umana è in sintonia con la natura e quindi ottima meta per le proprie vacanze”.

(nella foto la premiazione dello scorso anno)