Salina: una tartarugua Caretta-Caretta salvata dalla Guardia Costiera

24 agosto 2013 Salina News - Eolie News

Ramaglia ha recuperato nelle acque antistanti la località Capo Faro,  un esemplare di tartaruga protetta “caretta caretta” vittima delle attività antropiche dell’uomo.

 
Una grossa esca artificiale provvista di due ami ad ancoretta aveva bloccato la testa dell’animale alla pinna anteriore destra impedendo alla stessa di nuotare e nutrirsi.
 
Lo stesso Capo Ramaglia con una cesoia e con la collaborazione del personale del centro “Delphis Center Salina” Renata Mangano, ha spezzato e disincarnato gli ami dall’animale che, ripresosi immediatamente, è stato liberato nella spiaggia di S.M.Salina alla presenza di numerosissimi bagnanti.
 
L’esemplare di tartaruga, una giovane femmina di circa 60 cm e 20 kg di peso.
 
Ma la giornata degli uomini della Guardia Costiera di Salina non si è esaurita così.
 
Dopo un intensa attività di polizia marittima ha effettuato il sequestro di attrezzature subacquee in violazione alle norme sulla disciplina della pesca sportiva che vieta l’uso di strumenti di respirazione ausiliari e di cattura “bombole e fucili subacquei”.
 
A due dei quattro subacquei oltre al sequestro dell’attrezzatura è stata elevata anche la sanzione amministrativa di 1000,00 ciascuno.
 
L’attività della Guardia Costiera continua, ponendo particolare attenzione alle unità da diporto circa la corretta tenuta dei documenti di bordo e regolarità delle dotazioni nautiche di sicurezza e l’osservazione delle norme indicate dall’ordinanza Balneare della Capitaneria di Porto di Milazzo.