Malfa: approvata dal comune la mozione del consigliere Giglio in favore della trasparenza del Consiglio Comunale

2 novembre 2012 Salina News - Eolie News

dell’attività politica, visto che le sedute del Consiglio Comunale sono pubbliche e rappresentano la massima espressione del lavoro istituzionale dell’Amministrazione Comunale, tutti i Consiglieri sonopubblicamente eletti e svolgono una funzione politica durante il Consiglio Comunale, tutti i Consiglieri ricevono un compenso dai contribuenti per la loro presenza in Consiglio Comunale. Pertanto secondo i princìpi costituzionali devono rispondere a tutti i cittadini del loro operato i quali devonopoter venire a conoscenza dell’attività amministrativa delle persone elette; molti cittadini per problemi di salute, di lavoro, familiari o per questioni diverse non possono partecipare direttamente a tali sedute.Viviamo in un periodo di grande sfiducia nei confronti della politica ed un intervento che avvicini l’amministrazione alla cittadinanza è ritenuto di fondamentale importanza riguardo la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.Già diverse amministrazioni locali, anche nella nostra provincia hanno deciso di rendere pubblico il Consiglio Comunale a dimostrazione che ciò non contrasta il rispetto della privacy già garantita dalle normative vigenti, il garante della privacy si è già espresso nel 2002 in merito alla pubblicazione in streaming dei Consigli Comunali in riferimento alle normative vigenti, D.Lg. n. 267/2000. Verificato quindi che un operazione che può garantire la puntuale informazione è la video pubblicazione dei lavori del Consiglio Comunale sul sito web del Comune. Tale operazione se sfruttando tecnologie “open source” e le attuali infrastrutture del Comune è praticamente a costo zero in quanto occorrono hardware già a disposizione, software gratuito o appunto “open resource”, una modestissima webcam ed una semplice connessione ad internet;la videoregistrazione, essendo realizzata al solo scopo documentativo e dovendo essere adattata ad una distribuzione via internet e quindi con requisiti qualitativi modesti, può essere effettuata da una postazione fissa senza la necessità di un operatore specializzato; in questomodo si favorisce il contatto dei cittadini con l’attività amministrativa. I Comuni che hanno questa politica di diffusione delle informazioni, hanno riscontrato un deciso incremento della partecipazione dei Consiglieri alle sedute oltre che un importante incremento della partecipazione dei cittadini alle attività dell’Amministrazione Comunale; con questo tipo di intervento aumenterebbero anche gli accessi al sito web del Comune con conseguenti benefici anche per le altre sezioni dello stesso. Il sottoscritto Consigliere Comunale chiede che il Presidente del Consiglio, il Sindaco e la Giunta si impegnino affinchè: Vengano avviate le azioni necessarie per adottare le modifiche al Regolamento del Consiglio Comunale alfine di rendere possibili le riprese audio video delle sedute pubbliche del Consiglio Comunale e delle commissioni permanenti e predisporre l’immediata pubblicazione delle stesse in streaming on-line nel sito web del Comune, sia in real-time, sia on-demand

Il Consigliere Comunale Bartolomeo Giglio

{loadposition simply468x60}