Lipari:soccorsi tre giovani alle cave di pomice

30 luglio 2012 Salina News - Eolie News

bianca, alla ricerca dei tre dispersi tra l’apprensione dei familiari che, nel frattempo, avevano raggiunto la strada sottostante. Ritrovare i tre e metterli in salvo non è stata impresa da poco con i vigili che, considerando lo stato di totale abbbandono in cui è l’area e i profondi crepacci creati dai temporali invernali, hanno rischiato a più riprese la loro incolumità. C’è voluta davvero tutta la bravura e la preparazione del caposquadra Pannuccio e dei suoi uomini affinchè l’operazione di ricerca e recupero si concludesse nel miglior possibile. Dopo circa tre ore di ricerca i tre giovani sono stati trovati sui bordi di un crepaccio dal quale era materialmente impossibile muoversi sia in avanti che a ritroso. Con le corde e tra non poche difficoltà i giovani sono stati recuperati e portati sin sulla strada dove si trovavano i parenti. Per i tre, per fortuna, nessun danno fisico ma solo tanta paura. Per la cronaca, la zona del recupero è quella dove qualche anno fa un turista argentino precipitò, perdendo la vita. Questa disavventura, a lieto fine, pone l’accento sulla immancabile necessità di apporre una apposita segnaletica che vieti queste escursioni “fai da te” ma anche, e principalmente, che si proceda al più presto alla messa in sicurezza dell’area che, da quando la Pumex ha chiuso, è in stato di totale abbandono e di facile e rischioso accesso per chiunque. Come i nostri lettori ricorderannno, non più di una ventina di giorni fa, avevamo mostrato un turista solitario che si avventurava lungo uno di questi canyon e avevamo evidenziato il pericolo.

Salvatore Sarpi

{loadposition adsense468x60}