Lipari:coniugi arrestati per ricettazione e riciclaggio di oggetti d’oro rubati

23 novembre 2012 Salina News - Eolie News

Carabinieri avevano recuperato parte della refurtiva asportata, traendo in arresto i due autori. La meticolosa e approfondita ulteriore attività investigativa dei Carabinieri, consentiva, anche attraverso l’attento monitoraggio dei canali di riciclo dei proventi delle attività delittuose, di accertare che alcuni monili in oro, verosimilmente provenienti da furti perpetrati nella zona, venivano rivenduti ad un’attività commerciale di quel comprensorio, di proprietà dei due coniugi, che si occupa dell’acquisto di oggetti d’oro. I militari della Stazione Carabinieri di Lipari, all’esito delle attività investigative, hanno altresì accertato che, per non permettere l’identificazione dei gioielli, il VILLANI vendeva una parte dei preziosi ad una fonderia del catanese, che provvedeva alla loro fusione. Dopo avere acquisito elementi di prova nei confronti dei due responsabili i Carabinieri hanno compendiato le risultanze investigative in una dettagliata informativa, avanzando alla Procura della Repubblica di Barcellona P.G. (ME) una richiesta per l’emissione di un provvedimento restrittivo a carico dei citati VILLANI Tindaro e BARTOLINI Stella. Nei giorni scorsi, pertanto, il GIP del Tribunale di Messina, concordando pienamente con la richiesta avanzata dal Magistrato della locale Procura della Repubblica, ha così emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei citati VILLANI e BARTOLINI, disponendo la sottoposizione al regime degli arresti domiciliari presso la loro abitazione.

{loadposition simply468x60}