Lipari: richiesta per aprire Palazzo Vescovile al pubblico

16 novembre 2011 Salina News - Eolie News

All’esterno, invece, insiste un giardino, che è ciò che resta dell’antico parco del Vescovo, ove in passato l’alto prelato era solito passeggiare ed intrattenersi con i fedeli. La maggior parte degli eoliani non ha mai avuto la possibilità di fare ingresso in questo edificio e molti turisti, incuriositi dalla maestosità e bellezza della struttura non riescono a capire di cosa si tratti, stante l’assenza di ogni indicazione utile ad individuarne il nome, e chiedono di potervi accedere per visitarlo. E’ questo il Palazzo Vescovile di Lipari: un’opera degli eoliani che, non solo potrebbe rappresentare un trait d’union fra il popolo e la Chiesa, fra il popolo e la sua storia, ma potrebbe contribuire anche a migliorare l’offerta turistica, nell’ottica della destagionalizzazione del flusso delle presenze turistiche. Con un finanziamento per il “restauro e adeguamento del Palazzo Vescovile di Lipari” sono stati eseguiti dei lavori, completati e consegnati nel maggio 2006. Da allora il Palazzo Vescovile – destinato a museo diocesano, sala conferenza e residenza storica del vescovo – è ancora chiuso al pubblico. Ogni tanto capita di scorgere all’esterno qualche canonico che vi sosta la propria autovettura ma nulla di più. Rivolgo, pertanto, a Sua Eccellenza Mons. Calogero La Piana, sempre sensibile alle istanze del popolo eoliano, l’invito ad attivarsi al fine di garantire la riapertura al pubblico del Palazzo Vescovile di Lipari.

Cordialmente.

Giuseppe Cincotta Segretario PD – Sez. Lipari

{loadposition simply468x60}