Lipari:reperti del museo al Getty Museum, esposizione dal 3 al 19 agosto a Los Angeles

5 marzo 2013 Salina News - Eolie News

delle tombe o nel caso dei crateri, contenevano le ceneri dei defunti.

Uno dei pezzi del Museo più noti nel mondo, è “Il Cratere” a calice a figure rosse datato alla fine del IV sec. a.C. Sul lato principale è raffigurato Dioniso mentre, su di un palcoscenico ligneo, assiste all’esibizione di una ballerina acrobata ed alla recita di due attori comici mentre da due finestre in alto appaiono i volti di altri due attori comici con maschere femminili.
Il vaso è stato sottoposto in questi mesi ad un accurato restauro per meglio garantire la sua conservazione.
I crateri a figure rosse con scene dedicate alla personalità della divinità Dioniso insieme all’usanza di deporre nei corredi modellini di maschere in terracotta di personaggi della commedia e della tragedia, rappresentano un patrimonio esclusivo di Lipari.

Insieme infatti, partiranno, sempre con l’aiuto dello scirocco, anche cinque modellini di maschere teatrali fra cui Hades e Herakles e la maschera ritratto del grande commediografo Menandro.
Parte anche un ‘altro cratere a figure rosse del Pittore di Hecate (fine IV sec. a.C.). Sul lato principale è raffigurata una scena tratta dalla perduta tragedia “Alcmena” di Euripide La protagonista è raffigurata al centro sulla pira eretta da Anfitrione deciso a punire la supposta fedifraga.
Infine, lo specchio in bronzo (fine IV sec. a.C.) con il manico figurato a rilievo su cui è modellato Eracle in lotta con l’Amazzone.