La Ngi licenzia 10 marittimi in seguito ai tagli dei finanziamenti regionali, previsti anche tagli nei collegamenti con le isole

29 febbraio 2012 Salina News - Eolie News

collegamenti con le isole Eolie da Milazzo e di rifornimenti e servizi per Ustica, ha comunicato infatti che da domani 1° marzo, ridurrà il numero di equipaggi licenziando 10 lavoratori marittimi, e non pagherà più la quota prevista dalla contrattazione integrativa degli stipendi di tutti gli altri lavoratori. “E’ una situazione preoccupante che – spiegano Franco Lo Bocchiaro e Enzo Testa Segretario regionale Fit Cisl Marittimi e Segretario Fit Cisl Messina – comporterà anche una rimodulazione dei servizi della società. Oltre alla gravissima perdita di posti di lavoro, i tagli causeranno riduzioni ai collegamenti marittimi con ripercussioni sulle economie delle isole minori che investiranno il settore turistico, commerciale, trasporto rifiuti, combustibili. E non è che il primo caso, i tagli dei finanziamenti infatti andranno ad incidere notevolmente sui livelli occupazionali dei lavoratori di tutte le società di navigazione , le aziende hanno già comunicato che inizieranno a licenziare lavoratori, e a sospendere per tutti gli altri la contrattazione di 2° livello, con una riduzione drastica dello stipendio di circa il 45%”. Lo Bocchiaro e Testa aggiungono : “La NGI ha deciso il licenziamento in modo preventivo perché di fatto il bilancio regionale non è stato ancora approvato, e la cosa assurda è che la società, prima assume un lavoratore a tempo indeterminato senza la consultazione dei sindacati , come avvenuto di recente, poi comunica l’intenzione di cenziarne 10”. Il Segretario Generale della Fit Cisl Sicilia Amedeo Benigno conclude “Chiediamo alla Regione l’immediato ripristino delle somme necessarie e la sospensione immediata dei licenziamenti annunciati dalla NGI, se così non sarà siamo pronti a forti azioni di protesta”.

{loadposition simply468x60}