La Guardia Costiera apre un’inchiesta sul pershing affondato a Salina

20 ottobre 2011 Salina News - Eolie News

A BORDO DELL’IMBARCAZIONE ERANO PRESENTI TRE PERSONE CHE DOPO AVER TENTATO INUTILMENTE DI DOMARE L’INCENDIO, SONO RIUSCITI AD ABBANDONARE L’UNITA’ METTENDOSI IN SALVO SUL BATTELLO DI EMERGENZA. CIRCA MEZZ’ORA DOPO, L’UNITA A CAUSA DELLE FIAMME PERDEVA GALLEGGIABILITA’ INABISSANDOSI. A SEGUITO DELLE IMMEDIATE RICERCHE, COORDINATE DALLA SALA OPERATIVA DELLA GUARDIA COSTIERA DI LIPARI, I TRE OCCUPANTI IL TENDER IN DOTAZIONE ALL’UNITA’ INCENDIATA, VENIVANO PRONTAMENTE INDIVIDUATI E TRATTI IN SALVO A BORDO DELLA MOTOVEDETTA SAR (SERARCH AND RESCUE) CP 823 E TRASPORTATI PERSSO IL PORTO DI PIGNATARO DELL’ISOLA DI LIPARI. ALLA OPERAZIONE DI SOCCORSO HA PRESO PARTE ANCHE LA MOTOVEDETTA CC 810 DEI CARABINIERI. I TRE NAUFRAGHI (RECUPERATI TUTTI IN BUONE CONDIZIONI DI SALUTE) ALLO STATO ATTUALE NON NECESSITANO DI CURE MEDICHE. SULLE CAUSE E SULLE CIRCOSTANZE DEL SINISTRO, QUESTO COMANDO APRIRA’ APPOSITA INCHIESTA. f.to IL COMANDANTE T.V. (CP) Cosimo BONACCORSO