La Air Panarea scrive alla Gazzetta per precisare che nessuna tragedia è stata sfiorata a Ginostra

7 dicembre 2011 Salina News - Eolie News

ci scrive l’avv. Maurizio Cacace, quale legale di fiducia della Air Panarea s.r.l.: «Si premette che la Air Panarea è dotata di tutte le autorizzazioni necessarie allo svolgimento delle operazioni eseguite, rilasciate sia dal Comune di Lipari, che, a seconda dei casi, dalla Legione Carabinieri del luogo interessato dalle operazioni di atterraggio, nonché dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) e che, nel caso di specie, tutti i predetti soggetti sono stati avvisati, e hanno acconsentito all’esercizio dell’attività narrata nel contestato articolo giornalistico. A quanto detto, occorre aggiungere che la Air Panarea s.r.l. è solita operare nel pieno rispetto delle norme di legge, dettate a tutela della salute e dell’incolumità dei terzi e vanta un personale altamente qualificato. Ebbene, si evidenzia che, a differenza di quanto narrato dal cronista, nessuna tragedia è stata sfiorata, né avrebbe potuto essere altrimenti, posto che il sacco di sabbia da 500 kg è caduto da un’altezza di circa 5 cm. e non certo di alcuni metri, come si vuol far credere. Inoltre, quanto all’asserita minaccia alla pubblica incolumità, si precisa che tutti i trasporti di carichi effettuati dalla Air Panarea s.r.l. sono effettuati seguendo percorsi alternativi al sorvolo del centro abitato. Appare, altresì, opportuno argomentare che mai alcun reclamo è stato mosso nei confronti della Air Panarea s.r.l. che, invero, si è sempre contraddistinta per l’esecuzione di servizi a vantaggio non solo della popolazione eoliana, ma anche di altre popolazioni bisognose di un intervento altamente specializzato, quali l’evacuazione dei cittadini eoliani durante le fasi critiche della eruzione dello Stromboli, il salvataggio di naufraghi e gli aiuti prestati alle sfortunate popolazioni di Giampilieri, Altolia e Molino – il tutto senza richiedere e/o ricevere alcun compenso». Prendiamo atto della precisazione del legale della Air Panarea con relativa ricostruzione della vicenda riferita nella corrispondenza. L’articolo in oggetto, con foto, si limitava a riferire le dichiarazioni di persona che ha asserito di essere stata presente ai fatti narrati.

{loadposition simply468x60}