Il Salina Doc Fest 2011 dedicato al Mediterraneo

13 settembre 2011 Salina News - Eolie News

‘Confini e orizzonti’ e’ infatti il titolo del Concorso Internazionale 2011, che si chiudera’ con la consegna al vincitore del Premio Tasca d’Almerita: un’occasione per riflettere sulle culture del nostro mare, divise da innumerevoli frontiere, eppure legate a un orizzonte di valori condiviso. Nella giuria, presieduta dal produttore Riccardo Tozzi, ci saranno lo scrittore Amara Lakhous, la direttrice del FidaDoc Nezha Drissi, i registi Giovanni Piperno e Alice Rohrwacher. Con questa edizione, il festival si candida definitivamente – anche grazie alla calendarizzazione ufficiale nei Grandi Eventi della Regione Siciliana e alla Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica- a diventare un’importante officina del genere documentario dal nord al sud del Mediterraneo, fino a toccare le sponde dell’atlantico: tutte riviere legate a noi da un comune destino di immigrazione e emigrazione. Una vocazione internazionale sottolineata anche quest’anno dalla preziosa collaborazione con l’ANFE (Associazione Nazionale Famiglie Emigrati). Un percorso condiviso con i Comuni dell’isola di Salina (Santa Marina Salina, Malfa e Leni, nelle persone dei sindaci Massimo Lo Schiavo, Salvatore Longhitano e Riccardo Gullo) e con il Comune di Lipari (grazie al sostegno del sindaco Mariano Bruno), con la collaborazione degli operatori turistici e culturali locali (Associazione SalinaIsolaVerde e Le Felci), tutte realta’ amministrative e imprenditoriali siciliane che da tempo lavorano per una ridefinizione del territorio in direzione di un turismo sostenibile e responsabile. Grande protagonista della narrazione sara’ la rivoluzione araba, raccontata con testimonianze, corti, work in progress e film provenienti da Nord Africa e Medio Oriente: quasi tutto materiale inedito. Interverranno lo scrittore Tahar Ben Jelloun e Hichem Ben Ammar, poeta e documentarista tunisino. Ospite d’onore sara’ il regista iracheno Mohamed Al Daradji (premio 2010 al Berlin International Film Festival, Gran Premio della Giuria al Sundance per Son of Babilon) che presentera’ in anteprima il suo documentario Iraq: War, Love, God & Madness . Completa il programma la sezione Finestra Italia Doc, dedicata al documentario nazionale, dove sara’ una giuria popolare a scegliere il miglior film. Il festival conferma il patrocinio dell’Associazione Documentaristi Italiani Doc/IT, la collaborazione con Cinema.Doc, ”Sevilla European Film Festival”, ”Documenta Madrid” e inaugura il gemellaggio con ”FidaDoc Agadir” (Marocco), Bolzano Cinema, ”Docudays” (Beirut International Documentary Festival) e ”DocBsAs” (Muestra Doc Buenos Aires), nonche’ la partnership con Cinemaitaliano.info. Tra gli ospiti Battiato, interverra’ con un omaggio al mondo arabo il 22 settembre, e Vinicio Capossela in concerto il 23 settembre con uno stralcio del concerto Marinai, Profeti e Balene, uno spettacolo che segue le rotte del suo ultimo album, nell’alto mare aperto della mitologia e della letteratura, tra ciclopi, meduse, veggenti, semidei, eroi, naufraghi e ammutinati. Il concerto del gruppo multietnico dell’artista marocchino Ramzi Harrabi chiudera’ la manifestazione.