Gli eoliani hanno vinto la battaglia, che adesso i 4 sindaci delle Eolie vincano la guerra

3 Settembre 2020 Salina News - Eolie News

La commissione dell’ARS “Servizi sociali e sanitari”, si è riunita questo pomeriggio, nell’isola la commissione d’inchiesta ministeriale inviata dal ministro della salute Roberto Speranza

La commissione dell’ARS “Servizi sociali e sanitari”, si è riunita questo pomeriggio all’ospedale di Lipari. Gli isolani sono stati rappresentati da una delegazione di cinque persone. Si è inoltre recata a Lipari la commissione d’inchiesta ministeriale inviata dal ministro della salute Roberto Speranza. Entro una settimana la struttura ospedaliera verrà potenziata. Sospesa la protesta degli abitanti eoliani.

“A volte il silenzio funziona meglio delle parole – tuona Silvia Carbone, l’albergatrice eoliana in prima linea nella lotta per difendere l’ospedale di Lipari – Sono ormai anni che prendiamo schiaffi e che subiamo umiliazioni, e ieri, quando un giornalista ha chiesto all’assessore regionale alla sanità, Ruggero Razza, se sentiva la responsabilità politica della morte di Lorenza, lui in maniera secca e anche poco umana ha risposto di no. Ed è stato terribile. Per noi è stato un colpo al cuore, che ha mortificato tutti noi come essere umani. In silenzio non staremo mai più e pretendiamo risposte”. Uno sfogo chiaro, di cuore, fatto da chi vive e conosce l’isola, che è stato il preludio alla riunione della commissione dell’ARS “Servizi sociali e sanitari”, che si è tenuta questo pomeriggio all’ospedale eoliano. I liparoti sono stati rappresentati da una delegazione di cinque persone, composta dal medico di Lipari Salvatore De Gregorio, dal cognato di Lorenza Famularo, Alessandro La Cava, e poi da Daniele Corrieri, Anna Spinella e Cristina Roccella. Presente il deputato del Movimento 5 Stelle Antonio De Luca, il presidente della commissione sanità dell’ARS Margherita La Rocca Ruvolo, il deputato del Movimento 5 Stelle Francesco Cappello, il deputato del PD Francesco De Domenico, il direttore generale dell’ASP 5 Paolo La Paglia, il sindaco di Lipari Marco Giorgianni, i tre sindaci di Salina, e il direttore del presidio ospedaliero di Lipari, il dottor Vincenzo Compagno. Sempre questo pomeriggio, si è recata a Lipari la commissione d’inchiesta ministeriale inviata dal ministro della salute Roberto Speranza.

“Riteniamo che la visita dell’assessore regionale alla sanità, Ruggero Razza, sia stata molto produttiva – ha detto il dottor Salvatore De Gregorio, liparoto di nascita, ostetrico per oltre 40 anni all’ospedale di Lipari e vice presidente dell’associazione nazionale sanitaria piccole isole (ANSPI), nata nel 2002 – è stato annunciato che verrà stipulata una convenzione con il Papardo e con altre strutture ospedaliere della provincia di Messina, in modo tale da precettare medici per l’ospedale di Lipari e coprire la pianta organica entro una settimana. Inoltre verranno espletati concorsi a tempo indeterminato, con incentivi, specifici per l’ospedale di Lipari. Anche se per questo, ovviamente, bisognerà rispettare e attendere i tempi della burocrazia, dai canonici trenta giorni per la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, ai trenta per dare il tempo agli interessati di presentare la propria candidatura, ad altri trenta per le procedure concorsuali”. Ma c’è stata anche una seconda fase di dialogo, come ha detto il dottor De Gregorio: “L’assessore Razza si è impegnato ad estendere il servizio di elisoccorso ventiquattro ore su ventiquattro, e a fornire un’ambulanza in più nel periodo estivo. Poi abbiamo anche discusso del fatto che comunque, pur rispettandola, la pianta organica del nostro ospedale sarebbe ugualmente inadeguata per Lipari e per le Isole Eolie, e abbiamo chiesto che la struttura venga potenziata. Inoltre, ci è stato annunciato che verrà istituito presto un tavolo tecnico, a cui prenderanno parte i vertici regionali e provinciali, e che mi vedrà partecipare in rappresentanza del comitato “#IoSonoLorenza” e dei cittadini eoliani”.

Significative le parole del presidente della commissione sanità dell’ARS, Margherita La Rocca Ruvolo: “Ringrazio i colleghi che hanno sollecitato questo incontro a Lipari in un momento di grande tristezza e rabbia per le Isole Eolie – ha detto – sono onorata di aver incontrato gli abitanti isolani e torno a casa arricchita, ma anche emozionata e un po’ commossa. Mi ha sorpreso la dignità della gente che ho incontrato, in particolar modo di Sandro Biviano, che da anni lotta con una brutta malattia (distrofia facio-scapolo-omerale), e che ha bloccato con la sua carrozzina la passerella degli aliscafi nei giorni scorsi. Il suo intervento mi ha arricchito molto, così come l’intervento fatto da Alessandro La Cava, il cognato di Lorenza Famularo. Entrambi hanno dato a noi tutti una lezione di dignità e di correttezza. Io e i miei colleghi ci adopereremo tutti assieme, l’assessore Razza è una persona seria e di parola e non ha certo bisogno di essere pungolato, ma abbiamo anche raccolto altre esigenze e richieste degli abitanti eoliani. Mi ha emozionato particolarmente sentire storie di sofferenza, coraggio e dignità, proprio come quella di Sandro Biviano”.

“Davanti a me non ho trovato politici – ha detto Daniele Corrieri – ma uomini e donne che si sono immedesimati e sono stati sensibili e comprensivi di fronte ai nostri problemi. E li ringraziamo di cuore. Da questo momento sospendiamo anche la nostra protesta, in attesa che le promesse dell’assessore Razza diventino realtà. Devo fare un plauso a tutti gli isolani, siamo riusciti a protestare in maniera pacifica, civile, esemplare, e senza mai interrompere il servizio pubblico. Il momento più emozionante? Vedere il presidente della commissione sanità dell’ARS in lacrime davanti a tutti noi”.

Fabrizio Bertè

Fonte palermo. reppubblica.it

inglese