Consorzi ittici verso la chiusura, ci sarebbe anche quello delle Eolie

22 novembre 2011 Salina News - Eolie News

«Il fatto è che a distanza di sette anni dalla costituzione – rileva Onofrio Chillemi, trentenne funzionario dell’Assessorato regionale risorse agricole, da diversi anni appassionato di politica (a Santa Teresa Riva è stato consigliere comunale a soli 18 anni) – non è stato definito appieno il loro ruolo e alcuni compiti sono simili a quelli delle Capitanerie di porto o di altri uffici regionali. Se si aggiunge che dal 2008 non si può più procedere ad assunzioni, si percepisce lo svuotamento di ruolo, perché mancano all’interno dei Consorzi figure professionali utili». E infatti in alcuni casi i Consorzi si riducono praticamente al consiglio di amministrazione magari senza impiegati. E poiché la scure dei tagli si va abbattendo su diversi enti, questa volta sembra scontato che, esclusi Patti, Catania e Castellammare, per gli altri si profili la chiusura anche se oggi i compensi dei presidenti sono decurtati del 60%, praticamente 1500 euro al mese. Ma prima il compenso era di ben 5000!

{loadposition adsense468x60}