Condannato a 8 mesi reclusione un ragazzo di Lipari per detenzione di sostanze stupefacenti

5 febbraio 2012 Salina News - Eolie News

, in quel periodo l’isola era centro del commercio di sostanza stupefacente che giungeva da varie parti della Sicilia, anche grazie alle moto d’acqua che venivano utilizzate dai corrieri di droga per sfuggire ai controlli effettuati presso lo sbarco degli aliscafi. Il centro storico dell’isola rappresentava – secondo la ricostruzione degli inquirenti – una sorta di centrale dello spaccio che serviva a rifornire i numerosi turisti presenti sull’isola. Tuttavia la struttura del centro storico rappresentata da una serie di vicoli stretti dove avvenivano i contatti tra clienti e spacciatori, non ha consentito di accertare i reati commessi da numerosi spacciatori in quanto molto spesso gli autori riuscivano a evitare di essere colti nella flagranza del reato dileguandosi alla vista dei militari. Solo grazie all’ausilio delle telecamere nascoste e per mezzo di una intensa attività di intercettazione telefonica, i militari sono risusciti a documentare la cessione e lo scambio di denaro avvenuta nell’estate del 2008. Venivano fermati Marco Lo Presti e successivamente anche il minore al quale – secondo la denuncia – era stato ceduto lo stupefacente. Nessun altro riscontro invece è emerso dagli altri episodi che si sarebbero verificati in quella zona. Il pm Mirko Piloni aveva chiesto la condanna ad 1 e 8 mesi di reclusione ed a una multa di 6 mila euro. Al giovane invece sono state riconosciute le attenuanti generiche prevalenti sulla contestata aggravante della cessione a minore e concedendo all’imputato la sospensione condizionale della pena. (l.o.)