Collegamenti marittimi: La Provincia valorizzi le Eolie

29 agosto 2011 Salina News - Eolie News

A cominciare da un buon servizio informazioni che sia in grado di dare in tempo reale notizie esatte su arrivi e partenze; per finire a un minimo di accoglienza ai pontili dove regna il caos più assoluto con personale che si agita dando ai passeggeri indicazioni talvolta contraddittorie che aumentano in alcuni momenti il caos, specie quando due aliscafi attraccano in contemporanea e hanno destinazioni diverse. Basterebbe imporre a Siremar e Ustica Lines un’insegna luminosa che indichi la destinazione e le varie tappe di ogni aliscafo, ponendo fine alla continua ressa e a quel vociare da mercato cui si assiste giornalmente. De minimis… non si chiede il salotto sul molo, anche se con quel che si paga per il biglietto si dovrebbe pretendere anche il drink offerto a ogni ritardo; due hostess preparate che sappiano essere gentili… non due foulards addosso a chi non sa muoversi né sa cosa suggerire. E magari prevedere un biglietto “intermedio” agevolato per il messinese che “residente” alle Eolie ufficialmente non è ma non è neppure turista per caso e ci va di frequente perché le Eolie gli appartengono e con Taormina contribuiscono a realizzare il più importante comprensorio turistico della Sicilia. Trascuriamo l’aspetto infrastrutturale che, richiedendo investimenti, strategie e quattrini, coinvolge altri interlocutori e ribalte. In tempi di magra ci siamo limitati a segnalare cose fattibili solo con un minimo di buona operosità da parte di tutti i cointeressati. Sindaci in primis che non possono più accontentarsi di denunciare, devono produrre risultati. I più semplici sono a portata di mano.

{loadposition adsense468x60}