Salina: rubrica settimanale della Biblioteca di Malfa “Guida ai vulcani e alla Natura delle isole Eolie”

7 febbraio 2015 La Biblioteca Comunale di Malfa

 

Come esempio di sviluppo accorto (o sostenibile) del territorio si può prendere a modello la gestione dell’isola di Salina che, con una innovativa attenzione a tematiche di gestione ambientale e con l’istituzione della Riserva Naturale “Monte delle Felci e dei Porri”, ha dimostrato quale dovrebbe essere il presente ed il futuro di queste isole vulcaniche, dedite ad un turismo qualificato e diversificato nelle stagioni, richiamato si dalla balneazione, ma anche da un ricco patrimonio culturale e naturale.


{loadposition banner2}

Lo sforzo che ha animato la realizzazione del presente lavoro è indirizzato, innanzitutto, a stimolare la conoscenza degli aspetti naturalistici e, in generale, l’arricchimento culturale, da parte di chi vorrà giovarsi di una vacanza eoliana, descrivendo per ogni isola i caratteri geologici, botanici e zoologici generali e più in dettaglio quelli osservabili lungo gli itinerari che vengono proposti. Viene dedicata a Vulcano e a Stromboli, vulcani attivi per eccellenza, una particolare profondità scientifica nella descrizione delle strutture e dei prodotti vulcanici.

Auspichiamo che tale fatica- si afferma nell’introduzione del libro- stimoli i lettori a fare sentire la propria voce ai politici, affinchè questi ultimi si impegnino a promuovere l’educazione ambientale delle comunità che vivono in questo meraviglioso angolo del Mediterraneo, alle quali di fatto è affidata la possibilità di correggere la rotta di una nave che sempre più spesso appare alla deriva. Ci vuole coraggio, ma anche consapevolezza che, solo agendo in questo modo e con adeguate sensibilità, si può sperare in un futuro recupero dell’ambiente naturale e della memoria storica del proprio passato, da vivere con l’orgoglio di chi si sente l’erede di una civiltà millenaria che ha contribuito ad una buona parte del progresso dell’uomo”.