Salina: risultati lusinghieri per le iniziative culturali della Biblioteca Comunale di Malfa

24 ottobre 2014 La Biblioteca Comunale di Malfa

 

Nel pomeriggio del 5 luglio, nel Patio della Biblioteca, è stato presentato il libro “IDDU, DIECI VITE PER IL DIO DEL FUOCO” di Andrea Vismara (Edizioni Spartaco) con intermezzi musicali eseguiti ,al pianoforte, dal maestro Giuseppe Salvini .

Il 9 luglio, a cura dell’Associazione BimBumBamby di Patrizia Saltalamacchia di Malfa, si è svolta la manifestazione “DANZA E COLORI”, dove i protagonisti sono stati i bambini i quali, con bravura e semplicità, hanno dato spettacolo con il loro saggio seguito attentamente dai genitori, familiari e presenti , sotto la guida di Emanuela Mondiello, sempre nel Patio della Biblioteca Comunale.

{loadposition banner2}

 

Inoltre è stata allestita una mostra dei loro disegni.

Il 18 luglio il duo delle bravissime gemelle Sabrina e Simona Palazzolo si sono cimentate , nell’incantevole Patio della Biblioteca, con un concerto di arpe, la cui musica dolce e melodiosa che vibrava dalle loro corde attraverso la bravura, la maestrìa e la delicatezza del duo, hanno creato un’atmosfera soave e sublime, facendo rivivere, come lo scorso anno, momenti stupendi ed indimenticabili al numeroso pubblico presente.

Il 30 luglio ampia partecipazione di isolani e turisti con due eventi: inaugurazione della bellissima mostra (molto apprezzata ed ammirata) resa su pannelli fotografici, de “Il mare di Salina” di Giuseppe Davini.

A seguire la presentazione del libro “SUICIDIO DI MAFIA, LA STRANA MORTE DI ATTILIO MANCA” con interventi dell’autore Luciano Mirone, Antonio Brundu, Gianluca Manca (fratello di Attilio) ed Enzo Guarnera (avvocato penalista).

L’incontro è stato preceduto dalla presentazione del libro “RIAVVOLGERE IL NASTRO” di Nicola Stolfi.

Il 1° agosto, nella Sala Polifunzionale del Comune di Malfa, sempre nell’ambito delle iniziative culturali della Biblioteca, è avvenuto un singolare incontro con Bruno Branciforti (medico-chirurgo della mano e scrittore) con la presentazione di tre video e di tre libri: “ALLA BELLEZZA SE ESISTE”, “IL FALCO CHE NON SAPEVA NUOTARE” e “LA STORIA DELLA SQUADRA CHE NON C’E’ PIU’”. Alla fine, a sorpresa, è stato presentato,anche, il libro “L’ULTIMO ASINO DI PANTELLERIA” con la proiezione del relativo documentario.

Il 18 agosto è stata la volta del prof. Angelo Raffa, appassionato studioso e ricercatore della storia e dei miti sulle isole Eolie il quale, con un suo intervento inedito, ha parlato su “I VENTI E LE STELLE: STORIE, CULTI E MITI DELL’ANTICA DIDYME”. L’argomento è stato tratto dal suo “LIBRO CHE…NON C’E’” e, in un certo senso, “ha rivoluzionato” le consuete conoscenze storiche e mitologiche delle Eolie.

L’incontro è stato preceduto dalla presentazione del libro di poesie di Francesco Paolo Ferrotti “ LUMI D’AGOSTO” con interventi di Michele Merenda e Antonio Brundu. L’attore Fabio Aronica la letto alcuni brani dell’opera poetica. L’evento ha avuto luogo, alle ore 19, nell’accogliente Patio della Biblioteca dove, il 4 settembre, alle 21,30, è stato presentato il libro “VITE BRUCIATE” di Elvira Ciacci riguardante l’orrore della prigionìa dei cani rinchiusi nelle “perreras” spagnole raccontato con la voce di una creatura innocente; mentre il 5 settembre, sempre alle 21,30, il Laboratorio “Teatri del Sud” ha rappresentato l’atto unico della commedia “ADELA, TUTTI I PARTICOLARI IN CRONACA” per la regia di Emanuele Bòttari.

Nell’evento del 12 settembre sono stati presentati tre libri: “MONTALBANO, UN FIORE NEL CUORE DELLA SICILIA” (anteprima di stampa) dello scrittore eoliano Italo Toni; “A FINE GIORNATA” (anteprima di stampa) di Paolina Campo ed ambientato, principalmente, nell’isola di Salina ed infine “LA SICILIA E’ TERRA NOSTRA…VALORIZZIAMOLA” di Aldo Palmeri.

Il 29 settembre, per la prima volta, si è svolta una singolare manifestazione su “BELLEZZA E BENESSERE ALLE EOLIE” con l’intervento di Roberta Recanatesi della “EOLIE RR”, che ha parlato sugli estratti naturali per il corpo delle isole eoliane.

L’incontro è stato preceduto dalla inaugurazione della mostra pittorica “NON E’ MAI TROPPO TARDI” di Tatsiana Klimkovich, le cui opere rimarranno esposte sino al 30 novembre insieme alla mostra fotografica di Giuseppe Davini su “IL MARE DI SALINA”, le cui immagini spettacolari e fascinose ritraggono, per metà il fondo marino e per l’altra metà la superficie terrestre dell’isola.

L’8 ottobre, nella Sala Polifunzionale del Comune, alla presenza del Dirigente Scolastico Mirella Fanti, è avvenuto l’incontro con lo scrittore Giuseppe La Greca, storico eoliano , che ha tenuto una conferenza, per gli alunni della Scuola Media “Amerigo Vespucci” di Malfa, su “ LE EOLIE DEL CONFINO POLITICO DURANTE IL PERIODO FASCISTA”. Quindi è stato proiettato il film di Marco Leto “LA FUGA”, dove viene descritta, nei particolari, la rocambolesca evasione da Lipari di Carlo Rosselli, Emilio Lussu e Francesco Nitti i quali, con un motoscafo raggiunsero prima l’Africa e, dopo , la Francia. L’incontro è stato organizzato dalla Biblioteca Comunale in collaborazione con la Scuola isolana.

Il previsto incontro del 29 ottobre sul giudice Rosario Livatino è stato rinviato alla prossima primavera con la presenza del regista Salvatore Presti (autore del film “Luce verticale. Rosario Livatino. Il martirio”), il giornalista Enzo Gallo dell’Associazione “Amici del giudice Rosario Livatino” e Don Giuseppe Livatino (postulatore del processo di canonizzazione del giovane magistrato).

Il prossimo anno 2015 sarà organizzata una manifestazione sui primi 20 anni della Biblioteca Comunale di Malfa intitolata al “cav. Giovanni Cafarella” e situata al primo piano dell’edificio dedicato al sacerdote P. Giovanni Marchetti (parroco di Malfa per 50 anni :1905-1955), il quale è stato un grande benefattore per il paese e donatore, tra l’altro, dell’immobile di Via Fontana e del relativo Patio (dove si svolgono le iniziative e le attività culturali, letterarie ed artistiche della Biblioteca), al centro del quale campeggia l’ultrasecolare albero di mandarino, divenuto simbolo di pace e di quiete che contraddistingue il luogo.