SalinaDocFest: presentata oggi la Palermo la X edizione dal 7 al 12 giugno

1 giugno 2016 Eventi e Manifestazioni Salina

 

 

Fra gli ospiti in arrivo sull’isola per il festival anche, Kasia Smutniak, Corrado FormigliJacopo Quadri e Gianfranco Rosi in collegamento da Londra per l’evento speciale Fuocoammarei registi Malek BensmaïlLamine Ammar-Khodja, Tarek Sami, Lucie Dèche e Karim Loualiche (Focus Algeria: l’Altro Mediterraneo), Paolo genovese, Domenico Procacci, Federico Vacalebre, Gigliola Silvia Scola, Diego Bianchi in arte Zoro. 

 

“A un certo punto il nostro immaginario ha detto basta” – dice Giovanna Taviani introducendo le linee del programma – Se il cinema, la letteratura hanno la forza profetica di anticipare il futuro, proviamo a capovolgere l’orizzonte con la forza del documentario, e a postulare, dietro la catena di rovine e distruzione, un diverso scenario possibile. Ecco allora il tema Madre Mediterraneo / L’Altro Mediterraneo, ad indicare un nuovo pensiero utopico, folle e antagonista, che dice altro e rimanda ad altro, come in quell’isola dell’Utopia di Tommaso Moro, di cui oggi, insieme all’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, celebriamo i cinquecento anni. Non possiamo più stare a guardare. Dobbiamo testimoniare. Ripartire dalla voglia di raccontare il nostro destino nel mondo. Perché solo narrandolo, possiamo sperare di conoscerlo e, forse, di cambiarlo. Per questo siamo felici di premiare il padre del cunto, Mimmo Cuticchio, e di ospitarlo nella nostra piccola Isola di Utopia. Ci narrerà, ancora una volta ma in maniera sempre nuova, la storia di Colapesce. Il figlio di pescatori che un giorno sparì per sempre sotto i fondi marini.”

 

MA(D)RE MEDITERRANEO è il titolo scelto per il Concorso Internazionale SDF 2016. Sei film selezionati dalla direzione con la consulenza di Federico Rossin (Cinéma du Réel) e Ludovica Fales (rappresentante italiana di EWA-European Women’s Audiovisual Network), e con la collaborazione di Sandro Nardi: in anteprima assoluta, Due Sicilie (Italia, 2016, 62’) di Alessandro Piva, un vero e proprio film d’amore dedicato all’isola di oggi e di ieri; in anteprima nazionale, They Will Have To Kill Us First (Gran Bretagna, 2015, 105’) di Johanna Schwartz, che ci porta fra I musicisti del Mali, in lotta contro estremismo islamico e repressione; Dans ma Tête un Rond-Point (Francia, Algeria, Qatar, Libano, Olanda, 2015, 100’), di Hassen Ferhani (anteprima regionale), che dà voce al canto di rabbia e di speranza dei lavoratori del macello di Algeri. Venerdì 10 giugno sarà la volta di Sponde. Nel sicuro sole del Nord (Italia, 2015, 60?) di Irene Dionisio, storia di un’insolita amicizia epistolare tra due uomini alle due sponde opposte del mar Mediterraneo, Zarzis (Tunisia) e Lampedusa (Italia). Nella giornata di domenica, invece, in collaborazione con il Biografilm Festival, saranno proiettati Les Sauteurs (Danimarca, 2016, 80’) di Estephan Wagner, Moritz Siebert, Abou Bakar Sidibè, il racconto in prima persona di Abou, migrante bloccato di fronte al muro di Melilla, enclave spagnola nel territorio africano, e Shashamane (Italia, 2016, 80’) di Giulia Amati, il viaggio di ritorno di uomini e donne verso la città di Shashamane, in Etiopia, 400 anni dopo l’inizio dell schiavitù e della diaspora africana. Il concorso si chiuderà con l’assegnazione finale del Premio Tasca d’Almerita, scelto dalla giuria composta dal regista Leonardo Di Costanzo, dal critico cinematografico britannico Lee Marshall e da Andrea Purgatori, sceneggiatore e giornalista. Al film più votato dal pubblico andrà il Premio Signum. Il Premio AMC al miglior montaggio, sarà assegnato dall’Associazione Montaggio Cinematografico e televisivo, in giuria Ilaria Fraioli, Luca Carrera, Luca Gasparini, Annalisa Forgione e Paolo Petrucci.

 

Una grande novità è il nuovo Concorso Nazionale, Sicilia.Doc, con il quale SDF rende omaggio alla terra che lo ospita, alla sua cultura, alla sua tradizione e alla sua gente. Igiuria Maria Cuffaro (Rai TG3 Rai), Salvatore Cusimano (Rai Sicilia) e Mario Di Caro (Repubblica Palermo): Magic Island (Italia, 2016, 111’) di Marco AmentaSicily Jass (Italia, 2015, 73’) di Michele CinqueTriokala (Italia, 2015, 75’) di Leandro PicarellaU Ferru (Italia, 2015, 70’) di Marco LeopardiAl vincitore, sarà consegnato il Premio Irritec.

 

Una sezione del festival sarà dedicata ai docu-corti, con la terza edizione del Video Contest SDF – Isole di Utopia. In giuria Luca Rosini (regista), Ivo Basile (Tasca d’Almerita), Linda Sidoti (Assessore alla cultura del comune di Santa Marina Salina).

 

Completano il programma Musica.Doc , una sezione tutta dedicata al documentario musicale – (Numero Zero, Alle origini del rap italiano di Enrico Bisi, Enzo Avitabile Life Music di J. Demme, Passione di John Turturro) – tanta live music con Enzo AvitabileDj DeltaMarco SelvaggioPiccola orchestra delle cose belle Tamuna, e la finestra Sguardi di Cinema, con Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese.

 

INFO: 090 9844163

www.salinadocfest.it

 

— 

ufficio stampa

Marzia Spanu

+39 335 6947068

spanumar@gmail.com