SalinaDocFest: parte il bando per i video contest, scadenza il 30 aprile

1 febbraio 2016 Eventi e Manifestazioni Salina

 

L’isola Mediterranea, appunto, che torna a scommettere su un altro destino possibile, per un Sud del mondo troppo a lungo martoriato dai conflitti e dalle guerre, e al tempo stesso depositario di antiche tradizioni e valori insopprimibili. Isola d’Utopia, per tornare a sognare un altro Mediterraneo e a immaginare un nuovo umanesimo, fatto di solidarietà, integrazione e rispetto per l’altro, dove l’erranza ceda finalmente il passo all’appartenenza. Sapere che non è vero, ma crederci lo stesso: u-topia come non-luogo, l’isola che non esiste, ma che deve essere presupposta, grazie alla forza della memoria, dell’arte, e della cultura.”

Nel programma 2016, che prevede l’intervento di scrittori, giornalisti, filosofi e sociologi ci sarà un focus sull’Algeria, curato da Federico Rossin: L’altro Mediterraneo, in cui giovani registi algerini ci racconteranno la loro idea del cinema e il loro rapporto con l’Occidente.

Torneranno anche Sguardi di Cinema – una finestra aperta sul mondo del film di finzione, in omaggio a un grande autore contemporaneo – e il Premio Ravesi Dal Testo allo Schermo, scelto dalla Direzione e dal Comitato d’onore del festival: Romano Luperini, Paolo e Vittorio Taviani, Bruno Torri.

Novità assoluta, lo spazio dedicato al Documentario Musicale: 3 grandi film per 3 grandi musicisti, che saranno ospiti del festival e incontreranno il pubblico nelle più suggestive location dell’isola, accompagnati dalla Piccola Orchestra delle Cose Belle e da DJ DELTA. E, per gli studenti di tutta Italia, un workshop di Montaggio proposto dall’AMC (Associazione montaggio cinematografico e televisivo).