Salina: domenica di controlli a Lingua, 824 € di sanzioni

9 luglio 2017 Cronaca Salina

stradale.

Durante i controlli, è stata rilevata la presenza di una rete da posta di tipo tremaglio, illecitamente depositata sul molo della frazione costiera, priva di qualsivoglia segno identificativo che permettesse di ricondurla ad un’unità autorizzata all’utilizzo della stessa, probabilmente utilizzata, per dimensioni e tipologia, come attrezzo non consentito per la pesca ricreativa.

Contestualmente sono stati effettuati i rilievi fotografici di n°02 autoveicoli e n°02 motocicli parcheggiati in zona demaniale ove non è contemplata la circolazione, come segnalato dal previsto cartello di “divieto di transito” che è presente alla fine della discesa d’ingresso del lungomare.

Dopo un controllo della regolarità delle attività di libera balneazione, a cui la zona è naturalmente vocata, è stata effettuata una verifica del servizio di assistenza ai bagnanti e salvamento del Lido Gharb, a P.ta del Nero, riscontrando la regolarità dello stesso e delle prescrizioni dettate dalla vigente Ordinanza in materia di attività balneare, n°37/16 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari.

Il bilancio dell’operazione è di una denuncia contro ignoti per abusiva occupazione di suolo demaniale, in contrasto con la vigente ordinanza in materia di deposito temporaneo degli attrezzi da pesca, unitamente a sanzioni amministrative elevate per un totale di € 824,00, per occupazione abusiva di suolo demaniale con veicolo, giusta Art. 1161 c.2 del Codice della Navigazione.

I controlli congiunti, con la collaborazione delle tre Amministrazioni insulari, proseguiranno nei giorni successivi, nei diversi ambiti di competenza, a garanzia del rispetto della corretta fruizione del bene comune e della tutela dei consumatori.