Presentato un esposto alla Corte dei Conti sulle opere nel porto di Filicudi

29 luglio 2011 Cronaca Eolie

 Gazzetta del Sud«Le opere di messe in sicurezza nel porto principale dell’isola sono inutili. Si accerti l’eventuale danno erariale». Lo sostiene in un esposto-denuncia alla Corte dei Conti di Palermo il locale comitato spontaneo delle attività commerciali. «Il progetto originario – si evidenzia – prevedeva razionalmente un prolungamento del molo e la creazione di un più breve braccio laterale dando alla struttura una forma a L. Ciò avrebbe consentito un più agevole attracco dei mezzi di linea, una maggiore protezione dei natanti ormeggiati e l’utilizzo della banchina alla radice del molo. Il progetto è stato stravolto da un altro elaborato che prevede una specie di ingabbiamento della testata del molo in una struttura a forma di U; così si allarga l’area destinata all’attracco dei mezzi di linea ma si impedisce l’uso della banchina alla radice del molo. E non si comprende – sostiene il comitato – quale possa essere mai l’utilità di un rafforzamento dell’attuale struttura che da 50 anni resiste a mareggiate di ogni violenza». Il comitato ha manifestato perplessità anche sulla resistenza dei cassoni travolti dalla prima modesta mareggiata dei giorni scorsi. Da qui l’invito alla Corte dei Conti di verificare come si stanno impiegando i fondi pubblici.