Lipari: riassunto della giornata di oggi in relazione alla chiusura del punto nascita

19 febbraio 2016 Cronaca Eolie

 

“Mi posso pure rassegnare che per un parto devo andare in un centro che mi dia piu’ sicurezza, trovo molto più scandaloso che non mi possa ingessare un braccio che può accadere piu’ voolte nella vita che un parto che accade circa 1-2 voltenel corso della vita”

Tantissimi i commenti dopo questa affermazione sulla pagina fb Controcorrente Eoliana


{loadposition banner1}

La giornata continua alle 16 con il comunicato di Controcorrente Eoliana dove viene chiesto al sindaco un suo comunicato per fare il punto della situazione e spiegare alla gente come si intende procedere

Egregio Signor Sindaco di Lipari Marco Giorgianni,
immagino che in questo periodo è super impegnato, purtroppo e probabilmente non si è accorto che è in corso una protesta sociale (educata ma incisiva) del territorio, dove la stessa sembra portarci indietro di qualche anno o forse di qualche decennio! W gli Eoliani!
Pensavo che Lei dopo questa protesta, quanto meno inviava un Suo comunicato ai Media Locali.

Come Lei sarà stato ben informato, i media Nazionali, Regionali e locali, hanno evidenziato la protesta dei Social Eoliani , se per caso ci naviga, noterà la paura di molti Suoi concittadini e tra le righe la poca fiducia alle Istituzioni. Pensi oggi titolone a 6 Colonne sulla Gazzetta del Sud! Rai Regione che segue la vicenda, Radio Rai 1 con servizi, quotidiani cartacei e on-line che parlano di noi.

Purtroppo Lei che voleva o che aveva scelto la via della Politica evitando scalpori, (problemi Sanità) oggi si trova su un percorso diverso da come l’avrebbe voluto affrontare.

Gli Eoliani si aspettano un Suo comunicato o un intervento Pubblico e stia tranquillo che non lo lasceremo solo anche perché a noi quanto a Lei ,interessa la Sicurezza della Sanità del nostro Ospedale.

Abbiamo solo capito che l’8 marzo ci sarà un tavolo Tecnico di esperti con una Riunione presso il nostro Comune in compagnia della Commissione Sanitaria – ARS – dove in quel tavolo porterete le problematiche da risolvere per mettere in sicurezza il nostro Ospedale.

Sembrerebbe che il Direttore del ASP Gaetano Sirna, sarebbe disposto a dare, ma nello stesso tempo a togliere, in breve il gioco della coperta. Sarebbe deleterio!

A nome di circa 2300 iscritti di Contro Corrente Eoliana, Le chiedo una Sua dichiarazione pubblica o un comunicato ai cittadini dove ci informa e ci metta in chiaro la situazione.

Il silenzio spesso è un arma a doppio taglio, ma Lei è una persona vicina ai cittadini e sono certo che ci darà notizie.

Controcorrente Eoliana
Daniele Corrieri

 

Il sindaco di Lipari emette un suo comunicato qualche ora dopo dove attacca i social  dove secondo lui  si sta conducendo una campagna falsa e denigratoria nei suoi confronti

Sanità e strumentalizzazioni, il Sindaco chiarisce: nessuna rassegnazione ma richiesta di servizi sanitari adeguati

Questo comunicato si rende necessario per ribadire la posizione dell’Amministrazione sulla sanità nelle Isole Eolie. Il chiarimento è dovuto per smentire avventurieri della notizia che sui social propongono una campagna falsa e denigratoria, interpretando strumentalmente ed a proprio piacimento fatti e dichiarazioni senza la minima verifica, che non corrispondono alla realtà. L’Amministrazione, e il Sindaco in particolare sta operando con forza e determinazione e senza il minimo cenno di rassegnazione all’interno delle Istituzioni per chiedere alla Regione un piano complessivo d’investimento, necessario ad assicurare a tutti i cittadini un livello di servizio sanitario adeguato.

Tali richieste che non hanno mai escluso il percorso nascita, non possono però limitarsi ad esso, ma si devono porre anche come obbiettivo le prestazioni di servizi sanitari adeguati anche in altri settori prestati sia dall’ospedale di Lipari che dai presidi sanitari delle isole minori. E’ di tutta evidenza l’azione, che da mesi l’Amministrazione di concerto con il Consiglio Comunale sta conducendo, anche con atti ed incontri formali presso le istituzioni regionali che sono facilmente documentabili. Non si può certamente interpretare tale determinata azione travisando trenta secondi d’intervista che al dire il vero era ben più articolata.

Non posso non ribadire comunque le mie convinzioni, tra l’altro espresse e verbalizzate in ogni sede, sia in Consiglio Comunale che nell’audizione della Commissione Parlamentare competente, dove con forza e determinazione ho sostenuto “se una possibilità di deroga per il punto nascita esiste questa la merita prima di qualunque altro territorio l’ospedale di Lipari, per le sue particolarità geografiche e non solo, ma tale eventuale deroga (già bocciata due volte, ed entrambi volte richieste all’Assessorato da questa Amministrazione) deve avvenire a condizione che alle nostre concittadine sia assicurato un livello di sicurezza indiscutibile”. Questa precisazione non è certo dovuta ad alcuna rassegnazione di sorta ma alla consapevolezza che ognuno di noi nell’espletamento del proprio ruolo prima di ogni altra cosa deve rispondere alla propria coscienza, e per coscienza io non credo si possa rinunciare alla sicurezza.

Un ultima considerazione meritano alcune frasi lette nei social, che tentano una inqualificabile strumentalizzazione della mia posizione, collegando il tema del punto nascita di Lipari all’ultimo luttuoso evento che ha colpito tutti noi e per cui l’Amministrazione tenta di svolgere un ruolo di sostegno ed aiuto nei confronti della famiglia colpita, ma che nulla ha a che fare, per come oggettivamente si sono verificati i fatti, con la tematica in argomento. Mi auguro che questo comunicato sia utile per ristabilire la verità e confortare anche chi, in buona fede, ha male interpretato le mie dichiarazioni, mentre resto convinto che, purtroppo alcune di questi interventi non siano né in buona fede, né meritino da parte mia alcuna considerazione. 

Il Sindaco di Lipari

Marco Giorgianni

Poco dopo arriva il comunicato di Art 1

Comunicato Art. 1

art.1In certe occasioni riteniamo sia meglio tacere e dare l’impressione di essere politicamente incapaci piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio.

Le dichiarazioni di oggi del sindaco, massima autorità sanitaria locale, hanno generato un risentimento diffuso per la superficialità utilizzata paragonando l’evento raro della gravidanza, un misto di gioie, paure, ansie e possibili problematiche, ad un altro evento altrettanto raro quale la semplice ingessatura di un braccio.

Il paragone, caro sindaco, sembra a molti superficiale ed inappropriato e non vorremmo pensare maliziosamente che si voglia scambiare il punto nascita con il reparto di ortopedia.

Noi non ci stiamo e le anticipiamo una mobilitazione di massa, anzi di popolo per farle comprendere ancora meglio che è stato eletto dalla volontà popolare e solo a quella deve rispondere, non certo ai giochi della politica.

Il punto nascita non si tocca e sopratutto non si baratta.

Non le consentiamo di parlare di rassegnazione perché dovrebbe essere un dovere non rassegnarsi per il diritto alla vita, se non altro almeno un dovere morale.

Per queste ragioni,noi del movimento Art.1 Autonomia e Libertà,esprimiamo tutta la nostra solidarietà alle tante mamme che si sono sentite offese e tradite dalle parole del primo cittadino.

Alessandro La Cava

Alessandra Falanga

Art.1

Sulla pagina fb di Controcorrente Eoliana che in pochi giorni ha già oltre 3000 iscritti, viene postata l’intervista al sindaco di Lipari e postato il suo comunicato, a  tutti gli iscritti  viene comunicato che presto ci sarà la loro replica.

 

AGGIORNAMENTO : arriva circa 40 minuti fa la replica di Controcorrente Eoliana 

Prima di fare il Comunicato, forse era meglio che il Sindaco leggeva alcune testimonianze di tante mamme! (questo non fa parte del Comunicato)

Comunicato personale in risposta al Sindaco.!

Egregio Sindaco Rag. Marco Giorgianni.

Mentre Le scrivo arriva un altro elicottero, speriamo che le cose per chiunque sia non siano GRAVI!

In questo mese mi sa che abbiamo superato i 12 interventi! Fa niente paga lo Stato e i parenti dei nostri paesani che si devono recare fuori da Lipari a star vicino al parente!

Questa volta le scrivo a carattere personale e la prego di dare attenzione a ciò che Le dico!

Ho ideato un blog per gli Eoliani, in quel Blog mai nessuno si è permesso di offenderLa e non vedo alcun tipo di strumentalizzazione, essendo che si raccolgono testimonianze e commenti, Ovviamente nel caso Lei o chiunque altro si sente leso può agire per vie legali! (il Blog è nato prima del tragico evento 17 gennaio 2016!)

Nessuno ha mai messo in dubbio il Suo impegno, ma se i risultati sono questi che ci tolgono servizi e medici, io da Eoliano mi preoccupo e sono terrorizzato, anche perché magari sono parte interessata sia per oggi che per il futuro!Ma credo che lo siamo tutti!

Di quello che a Lei succede negli ambienti dei Palazzi a me personalmente non interessa, ciò che a me interessa e non credo che sia da solo, è che qui a LIPARI ci sia un Ospedale funzionante in ogni servizio!

Nessuno nel blog di Contro Corrente Eoliana ha strumentalizzato nulla, purtroppo una Sua dichiarazione a Rai 3 Regione quale:

” Mi posso pure rassegnare che per un parto devo andare in un centro che mi dia piu’ sicurezza, trovo molto più scandaloso che non mi possa ingessare un braccio che può accadere piu’ voolte nella vita che un parto che accade circa 2 volte”

Non l’ho fatta io ma l’ha fatta Lei e sia a me,che a centinaia di persone ci ha turbato!

Tra le righe Le posso solo dire o che provvedete Voi rappresentanti del Popolo o credo che si organizzerà una protesta senza precedenti, ovviamente senza scaricare colpe a Voi.

Dimenticavo, grazie a nome di oltre 3000 iscritti al socia facebook – Contro Corrente – Eoliana. Di aver risposto con un Suo Comunicato alla nostra richiesta, ricordando che grazie al contributo degli iscritti L’Ospedale di Lipari è stato attenzionato da tutta la Stampa Nazionale!
Daniele Corrieri

Allego link Sua dichiarazione!
http://www.rainews.it/…/Sicilia-Lipari-morte-bimbo-ospedale…

 

 Segue anche pochi minuti dopo una lettere al sindaco di Edoardo Mandarano Membro di Controcorrente Eoliana

Lettera aperta al Sindaco di Lipari. Sig. Giorgianni, io non La conosco, ma apprendere che, Lei, nel rilasciare dichiarazioni afferma che, la canpagna, fatta sui social in riguardo al punto nascite e ospedale di Lipari, è falsa e denigratoria, mi lascia un po a pensare, poiche, tutto questo tam tam è inventato? significando che,cittadini una mattina, si svegliano e lanciano una petizione, come ha fatto il sottoscritto, il quale, anche se abita nel Veneto, è un Eoliano puro sangue.Senza parlare della raccolta firme da parte di un comitato a Lipari. Le dicono niente circa 3000 firme raccolte? e le dicono niente 500 firme e circa 300 condivisione raccolte sulla petizione suindicata! Ora, se tutto questo per Lei, è denigratorio e falso, non ci aspettiamo scuse, MA FATTI CONCRETI da parte sua e Non promesse!!
Le auguro un Buon Lavoro, gli eoliani fiduciosi aspettano!
distinti saluti
Eduardo Mandarano 

Per concludere vi riportiamo alcuni commenti fatti dopo la  dichiarazioni del sindaco fatta a TG 3 Regione e qualcuno dopo il suo comunicato

 

Il Sindaco è un personaggio pubblico e, nel bene o nel beale, deve prendersi la responsabilità di quello che dice. La frase è questa e credo si presi a pochi equivoci:

“Se una deroga si può concedere nessuno se non l’arcipelago delle eolie la merita. La regione deve chiarire che cosa vuole fare dell’ospedale, quali sono i servizi, perchè io mi posso pure rassegnare al principio che per partorire devo andare in un centro che mi dia piu’ sicurezza, ma trovo piu’ scandaloso che non mi possa ingessare un braccio che ho molta piu’ probabilità che mi succeda questo, piuttosto che un parto che ormai avviene una o due volte nella vita.”

Ognuno poi trae le proprie conclusioni.
La mia è che, aldilà dello “scivolone comunicativo” della seconda parte (assurdo paragonare un’ingessatura ad un parto…) la parte piu’ grave è la prima, tra latro ribadita nell’ultimo comunicato: ” “se una possibilità di deroga per il punto nascita esiste questa la merita prima di qualunque altro territorio l’ospedale di Lipari”
Qui pare che l’Amministrazione si ponga in maniera prona alle decisioni altrui, del tipo “se ci volete fare la grazia di concederci una deroga noi la accetteremmo pure…”.
Per favore, in punta di piedi.
Io non credo che sia questo l’atteggiamento giusto, che d’altro canto denota uno “stile” di amministrare già noto e rivendicato da tempo.
Se sarà efficacie saranno i fatti a dircelo, e sarà la miglior risposta che il Sindaco potrà darci.

Ma intanto non privateci della possibilità di commentare dichiarazioni che nessuno l’ha costretto a rilasciare. ( Paolo Arena)

 

Ma voi conoscete il significato del verbo “strumentalizzare”? Ma come fate ad ascoltare dichiarazioni così gravi e sostenere che il problema è di chi male interpreta? Se voi aveste una moglie in procinto di partorire e si presentasse un problema vi scagliereste pure sui Santi, non siate ipocriti!! E se ringraziando il cielo andasse tutto bene, le spese per stare fuori a voi chi le paga?? Ma per favore!! ( Fabbiana Famularo)

Mi spiace che il Sindaco Marco Giorgianni si sia trovato in una bufera del genere ma la comunicazione è una cosa molto importante. Prima di ogni dichiarazione verbale o scritta bisognerebbe pensarci due volte. Per il resto condivido la campagna falsa e denigratoria di certa stampa e non. I problemi a mio avviso si devono affrontare per vie istituzionali. Tutta la comunità da anni attende risultati che sino ad oggi non sono mai arrivati. Mi auguro che sia la volta buona! ( Dimitri Greco)

Ma le sue parole non dimostrano questo purtroppo se non era qll ke pensava doveva riflettere prima di parlare… Non si può paragonare un parto a un braccio ingessato…mi spiace…quando un cittadino madre come me ke ha vissuto l inferno creato a causa di questa situazione sente quelle parole e normale ke il sangue ti sale al cervello… Ci devi passare in prima persona x capire purtroppo è viverne tutti i disagi… ( Laura Zaia)

Vergognoso. …io sn stata una delle tante mamme a partorire a Milazzo xke qui il reparto è kiuso. .fate funzionare questo ospedale xke è una vergogna ke una donna debba partorire fuori da quest’Isola senza avere vicino le persone ke la amano..Xke nn tti possono viaggiare..ki x problemi di lavoro o altro..è impossibile ke x una minima cavolata si debba andare nel primo ospedale qui vicino ke sia un’ingessatura o altro…e mio caro sindaco io sn stata una delle tante persone a votarla tra l’altro entusiasta…e sentire questo è assurdo..Nn sn una persona ke scrive sui social di solito…ma mi sn sentita di dover asprimere la mia…( Marzia Tripi)

Nn ho parole………ma chi abbiamo come sindaco? Una persona che dice che è più importante un’ingessatura, e che è già rassegnato alla chiusura del punto nascite………mah!!!!! ( Tina Lo Schiavo)

E’ incredibile come il significato di una intervista ben più ampia e ridotta per i soliti tempi tecnici di durata dei tg possa essere strumentalizzata…la gente ovviamente questo non lo sa…non lo può sapere…e spara a zero pur essendo la posizione del sindaco, che ha anche vissuto un dramma familiare , ben nota da tempo… CIOE’ PUNTO NASCITA TOTALMENTE SICURO O NULLA…facebook è uno strumento pericoloso fatto apposta per gli sciacalli…vergogna !!!! PS: oggi le nostre donne hanno parlato per mezz’ora: in onda solo cinque secondi a testa, il giorno prima idem con le interviste telefoniche… ( Peppe Paino)