Lipari: buone notizie da Palermo sul punto nascita

11 marzo 2015 Cronaca Eolie

 

Su quest’ultimo punto è stato chiesto di riportare l’area chirurgica da struttura semplice a struttura complessa in quanto nessun punto nascita può afferire  ad una struttura semplice. Tra l’altro, nell’area chirurgica afferiscono anche diverse altre branche mediche (ortopedia, diagnostica, chirurgia d’urgenza, ecc) che non possono a loro volta afferire ad una struttura cosidetta “semplice”.

Si è anche evidenziata l’ opportunità di ritornare a prevedere  un reparto di ostetricia e ginecologia distinto vista la particolare situazione delle donne gravide rispetto agli altri pazienti.

Sulla questione è stata mostrata ampia apertura da parte dei componenti della Commissione e dello stesso Assessorato che ha di fatto ammesso l’anomalia evidenziata per quanto riguarda l’area chirurgica.

E’ stato anche ribadito che le uniche deroghe che probabilmente verranno ratificate dal Ministero della Salute saranno solo quelle delle isole minori.

In Commissione salute, infatti, è stato approvato il progetto “Isole minori e territori ad eccezionale difficoltà di accesso ai servizi sanitari” che prevede e disciplina le modalità dell’evento parto in particolari zone disagiate , specie se insulari, attraverso la turnazione di medici e ostetrici.

 

{loadposition banner2}

Una cauta soddisfazione è stata espressa al termine dei lavori dal Sindaco e dal Consigliere Biviano che hanno, però, evidenziato come il punto nascita di Lipari ad oggi non sia stato messo in sicurezza a causa dei tempi lunghi della politica regionale.

I prossimi passaggi saranno effettuati presso l’Assessorato regionale alla salute  e l’Asp Me 5 affinchè questi procedano nel più breve tempo possibile, con il nuovo atto aziendale,  alla riformulazione della pianta organica e alla turnazione di medici e ostetrici.

L’Amministrazione Comunale