Il nostromo Nino Lombardo di Lipari ha salvato 2 colleghi nella tragedia del traghetto Sansovino

30 novembre 2016 Cronaca Eolie

Lombardo, occhi lucidi ed ancora sotto choc per la tragedia, parla sottovoce, ma il suo racconto fa venire i brividi. Non ha esitato a gettarsi nella cisterna per salvare i suoi compagni di sventura e non si dà pace per la morte dei suoi colleghi. Non si rassegna, avrebbe voluto fare di più, ha messo a repentaglio la sua vita, ma la mancanza di ossigeno e di forze lo hanno fermato. Per questo non si dà pace, si guarda attorno un po’ impaurito, negli occhi e nella mente gli ultimi istanti del funesto pomeriggio sulla “Sansovino”.

Un normale turno di lavoro trasformato in una tragedia immane, sarà la magistratura a chiarire le cause dell’ennesimo dramma sul lavoro, inpiegabile, tragico e per certi versi assurdo.

“Ho fatto l’impossibile per salvare i miei compagni di lavoro, ho messo in campo la mia esperienza, poi sono svenuto sul ponte.” ( Fonte messinaoggi.it)

Nella foto di Messinaoggi.it il nostromo Nino Lombardo di Lipari